Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Valle del Giovenco: le pagelle

Cosenza-Valle del Giovenco: le pagelle

Bene Porchia e Maggiolini. Pinzan sorpreso sul gol, da Danti e da Virga ci sia aspretta molto di più. Ungaro da rivedere assolutamente.

goo_pescinaa

Il pareggio di Piva: Pinzan è sorpreso

Globalmente i voti del Cosenza sono condizionati dal risultato che non è stato quello che tutti si aspettavano. In difesa Porchia ha dominato l’area di rigore e non solo, dato che per tutta la ripresa la retroguardia rossoblù ha stazionato all’altezza del cerchio di centrocampo. Male Danti e Virga, bene Maggiolini e De Rose.
Pinzan 5,5: nel primo tempo suda freddo su un paio di conclusioni dalla distanza dei biancoverdi. Sul gol appare sorpreso dalla deviazione in barriera. Nella ripresa guarda impotente i compagni.
Musca 6: si disimpegna bene in fase difensiva. Prova anche a siglare il gol vittoria ma sul suo colpo di testa si supera Merletti
Maggiolini 6,5: “il treno” corre per tutta la gara provando nel primo tempo anche la conclusione dalla distanza. Questa volta è però meno fortunato che a Ferrara
Di Bari 6: sfortunato nell’episodio dell’infortunio alla spalla (31′ st Ungaro 5: In fase difensiva ha poco lavoro da svolgere. In fase offensiva, nonostante Toscano si sgolasse dalla panchina, non verticalizza mai l’azione)
De Rose 6,5: solito mastino del centrocampo rossoblù. Ringhia sulle caviglie degli avversari, specie su quelle di Rebecchi.
Porchia 7: da vero capitano prova fino all’ultimo a spronare i compagni. Ci prova su punizione sul finire di primo tempo trovando però pronto alla respinta il portiere biancoverde
Bernardi 5,5: meno propositivo del solito. Cala nella ripresa segno che gli acciacchi di settimana scorsa hanno lasciato il segno. (16′ st Virga 5,5: ci si attendeva qualcosa in più da un talento come l’ex romanista)
Roselli 6: ottimo in fase di interdizione; un po’ arruffone nel riproporre l’azione offensiva
Ceccarelli 6: segna dopo appena 18 minuti, poi lotta con il fisico senza però riuscire a trovare lo spazio giusto per la battuta a rete
Danti 5: fuori dal gioco completamente, sempre in balia dei difensori avversari. (27′ st Mortelliti sv)
Caccavallo 5,5: da uno con i suoi mezzi ci si attende di più. Nella ripresa spreca mandando alle stelle un pallone che poteva essere sfruttato meglio. (Da.Ma.)

Related posts