Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ufficiale, Fiore è del Cosenza

Ufficiale, Fiore è del Cosenza

L’ex giocatore della nazionale rifiuta Benevento e un club russo per sposare la causa rossoblù, ha firmato un triennale alla presenza di Carnevale. Oggi alle 14.15 la presentazione.

fiore

il centrocampista Stefano Fiore

Si sono trovati alle cinque di ieri pomeriggio Stefano Fiore ed il Cosenza Calcio, dopo diverse ore l’accordo è stato trovato. Il giocatore ex Parma, Lazio, Udinese e Cosenza ha deciso di sposare la causa rossoblù, non si conoscono ancora gli estremi dell’accordo ma si tratta di cifre ben al di sopra dei 150.000 € . Il Benevento ed un club russo (Cska Mosca) hanno provato a convincere il fantasista cosentino che alla fine ha ringraziato e rifiutato. Il Cosenza da ieri sera ha una nuova freccia nel proprio arco che verrà presentata alla stampa nella giornata di oggi e si aggregherà al gruppo di Mimmo Toscano. Così come anticipato da cosenzachannel.it, qualche mese fa, il matrimonio alla fine si è fatto. A differenza di quanto sosteneva qualcuno Fiore sposa la causa cosentina per cercare di ritornare subito grandi. Ecco il comunicato della socetà: “La dirigenza del Cosenza Calcio 1914 è lieta di annunciare l’ingaggio del cosentino Stefano Fiore, classe ’75, già regista della Nazionale azzurra con una lunga carriera vissuta prevalentemente in serie A. La firma è arrivata attorno alle 22,30 nello studio rendese del presidente Giuseppe Carnevale alla presenza dello stesso patron, di suo figlio Ernesto (direttore amministrativo), del direttore generale Massimiliano Mirabelli, dell’amministratore delegato Pino Chianello e del segretario Giuseppe Mangiarano. Fiore arriva a vestire la maglia rossoblù a distanza di 15 anni, dopo una serie di colloqui intercorsi con la società e con la piena convinzione di sposare il progetto-Cosenza. Nonostante le numerose richieste giuntegli da categorie superiori, ha infatti scelto di siglare qui un contratto triennale. Il giocatore verrà presentato alla stampa domani, martedì 8 settembre, alle 14,15 nella sala del San Vito”(co. ch.)

Related posts