Tutte 728×90
Tutte 728×90

Salta la terza panchina: il Marcianise esonera Ammirata. Torna Boccolini

Salta la terza panchina: il Marcianise esonera Ammirata. Torna Boccolini

Dopo l’addio di Perrone alla Valle del Giovenco e di Biagioni ad Andria (ufficializzato Papagni), anche i campani danno il ben servito al loro tecnico. Per Fofò un altro esonero dopo quello di Lamezia.

ammirata_vigor_lamezia

Ammirata ai tempi della Vigor Lamezia

Una giornata intensa, un continuo rincorrersi di voci ed alla fine l’annuncio ufficiale: esonerato Alfonso Ammirata, sulla panchina del Real Marcianise arriva Gigi Boccolini. Questa la decisione del presidente Salvatore Bizzarro alla luce dei quattro ko di fila che hanno fatto precipitare il Real sul fondo della classifica ancora a zero punti. All’indomani della sconfitta con il Giulianova si erano fatte largo tante indiscrezioni. Giacomarro, Novelli, Cosco e Boccolini i nomi degli allenatori nel mirino del Marcianise. Alla fine il presidente Bizzarro ha voluto puntare sul sicuro, richiamando sulla panchina un allenatore che ha scritto pagine importante dei gialloverdi con lo storico salto tra i professionisti. Nel pomeriggio subito il primo allenamento per il neo tecnico gialloverde.

LE PRIME DICHIARAZIONI Alla fine Ammirata non ce l’ha fatta a rimanere agganciato alla panchina gialloverde. Eppure sembrava che l’annuncio dell’imminente addio di Bizzarro potesse essere sinonimo di una seconda chance per l’ex Vigor. Con una proprietà intenzionata a lasciare non era certo scontato che Bizzarro si curasse del cambio della guida tecnica. L’arrivo di Boccolini può essere interpretato come la volontà del patron di valutare ancora con attenzione il da farsi? Chissà. Ma intanto Boccolini ha accettato questa nuova avventura tra mille incertezze sul fronte societario: “Di questo aspetto non abbiamo parlato – ha commentato Boccolini – A me interessa soltanto risollevare le sorti di questa squadra. Conosco la realtà marcianisana e questo potrà essere un vantaggio. Quanto vale questo gruppo? Se il Real ha perso quatto partite di fila significa senza dubbio che qualcosa non va. Dobbiamo ritrovata la fiducia nei nostri mezzi e ripartire”.  (co. ch.)

Related posts