Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: il Cosenza espugna Catanzaro. Il 2-1 finale firmato da Martino e Salandria

Berretti: il Cosenza espugna Catanzaro. Il 2-1 finale firmato da Martino e Salandria

I lupacchiotti di Riccardo Petrucci vincono su di un terreno impossibile a Montepaone ed incamerano i primi punti del campionato. Schierati Galeano e Piro.

6_-_festa_per_il_gol

La festa dopo il gol di Martino nella ripresa

I lupacchiotti di Riccardo Petrucci riescono laddove l’anno scorso la formazione di Mimmo Toscano non era riuscita. Il Cosenza ha espugnato il campo del Catanzaro, seppur nel campionato nazionale Berretti. La gara è stata disputata sul terreno di Montepaone (dove solitamente si allena la prima squadra giallorossa) ridotto in condizioni al limite della praticabilità dalla pioggia battente che ha caratterizzato tutti i novanta minuti. CRONACA. Petrucci schiera i suoi con un 4-4-2 avvalendosi anche di due elementi della prima squadra: Galeano tra i pali e Piro lungo l’out di destra.  La partita inzialmente vive una fase di stallo a causa del fondo non proprio ideale per giocare a pallone ed anche i contrasti ne risentono. A fine gara si conteranno sette ammoniti ed un espulso. Al 14′ buona trama di gioco degli ospiti con uno scambio ravvicinato tra Salandria e Viscardi che però non porta al tiro quest’ultimo stoppato da Audino. Il Cosenza prende in mano il pallino del gioco e all’11’ su un calcio d’angolo Martino di testa prende il palo interno. Al 35′ arriva la doccia fredda. Il Catanzaro in un’azione di rimessa arriva alla conclusione a rete con Masciari che beffa un incolpevole Galeano. I rossoblù però non accusano il colpo e si gettano nella trequarti avversaria. Passano appena cinque minuti e Cristofaro si deve arrendere a talento di Salandria. La retroguardia silana lancia lungo e la palla sembra non destare preoccupazione alla difesa di mister Cittadino che resta ferma in attesa dell’uscita del proprio portiere. La palla però s’impantana in una pozzanghera e favorisce la conclusione vincente del giovane attaccante dai capelli rossi, l’unico ad averci creduto fino alla fine. Nella ripresa il Catanzaro scompare completamente dal campo ed è solo Cosenza. Al 23′ sugli sviluppi di una rimessa laterale battuta da Piro la palla carambola sul destro di Martino che non esita a siglare il 2-1. Fino alla fine non accade più nulla, se non un rosso ai danni di Benincasa al minuto 35.  (co. ch.)Il tabellino:
CATANZARO (4-4-2): Cristofaro, Benincasa, Barberio (12′ st Boerio), Audino, Scigliano, Santoro, Martorano (30′ st Quaranta), Cittadino, Sitozzi, Masciari, Niano (1′ st Figliomeni). A disp: Macera, Grotteria, Procopio, Critelli. All. Cittadino
COSENZA (4-4-2): Galeano, Micieli, Mirabelli, Zanfini (1′ st Longobucco), Marchio, Viola, Martino, Sommario (1′ st Ruggieri), Viscardi, Piro (28′ st Restuccia), Salandria. A disp: Perri, Ruffolo, Filippo, Carlucci. All. Petrucci
ARBITRO: Mauro di Lamezia
MARCATORI: 35′ Masciari, 40′ Salandria, 23′ st Martino
NOTE: Terreno in pessime condizioni a causa della pioggia battente caduta a Catanzaro per tutto l’arco del match. Espulso al 35′ st Benincasa per doppia ammonizione. Amm: Cittadino, Sitozzi, Viola, Martino, Sommario, Salandria, Ruggieri. Angoli: 9-7. Recupero: 1′-2′.

Related posts