Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Foggia: le pagelle di Alessandro Renzetti

Cosenza-Foggia: le pagelle di Alessandro Renzetti

Voti alti pe tutti, ma sul voto incide l’inconsistenza degli ospiti. Scotto ha fatto innamorare il San Vito, Biancolino cresce sempre di più.

scotto_fa_2-0

Scotto segna il 2-0: è il migliore in campo

Bene tutti quanti, non potrebbe essere altrimenti dopo un sonoro 4-0. Sui giudizi però influisce l’imbarazzante prestazione del Foggia, anche se ritrovare le giuste motivazioni dopo il ko di Reggio Emilia non era affatto semplice. Su tutti, spicca il talento di Scotto che ha fatto innamorare il San Vito ed infiammare i cuori dei tifosi. Benissimo Bernardi che non si è fermato un attimo. Biancolino sta raggiungendo la forma migliore e se fosse meno solo in alcune occasioni diventerebbe devastante. Ecco le pagelle di Alessandro Renzetti: 

PINZAN 6 La sua giornata trascorre nella più totale tranquillità. Ha semplicemente il compito di gustarsi la vittoria dei suoi compagni

MUSCA 7 Nessun grattacapo particolare per il difensore rossoblù che però s’immola sul tiro di Trezzi ad inzio ripresa.

PORCHIA 7,5 Finalmente il capitano torna ai suoi standard dopo gli svarioni con Andria e Reggiana. Ad impreziosire la sua prova la prodezza su calcio piazzato

DI BARI 7 Dalle sue parti staziona un cliente difficile come Di Roberto, ma se non sfonda mai è anche merito suo

BERNARDI 7,5 Buona la sua prova nonostante. Cresce sempre di più. Difende bene, attacca quando può, non fa falli quasi mai.

GIARDINA 7 Bene, buon geometra del centrocampo, mantiene la posisione giusta e da gioco.

ROSELLI 7 Tiene le posizioni in maniera giusta, anche se di fronte alla pochezza del centrocampo aversario.

MAGGIOLINI 7

CACCAVALLO 6,5 Mezzo punto in meno perché spesso è apparso fuori dal gioco, ma la sua presenza si sente eccome.

BIANCOLINO 7 Ha fatto gol, il secondo dopo quello inutile di Reggio Emilia. Bello il velo per Scotto in occasione dell’1-0. Sta entrando in forma, ma là davanti è troppo solo.

SCOTTO 8 Semplicemente fantastico, è un ragazzo che il Genoa non ci lascerà

TOSCANO 6,5 Il 3-4-3 non è il vero modulo. Si è giocato con il 5-2-3 contro una squadra che non si capisce come possa salvarsi.  Mortelliti non può giocare punta centrale perché ha bisogno di una torre per potersi esprimere al meglio. Su di lui c’è accanimento.

Subentrati:

MORTELLITI 7 In campo perché vogliono darla via, è evidente. Non è punta centrale, ma lui subentra in un ruolo non suo e dimostra di essere un grane professionista che non merita questo trattamento.

CHIANELLO SV

DANTI SV

CHI E’ ALESSANDRO RENZETTI
Alessandro Renzetti nasce a Grosseto il 21 febbraio del 1955. Centrocampista di indubbie qualità tecniche (specialista dei calci di punizione) esordisce con la maglia del Cosenza il 28-9-1980 in Cosenza-Giulianova 2-2. Con la maglia rossoblù colleziona 110 presenze (99 in campionato e 11 in Coppa Italia) con 12 reti (10 in campionato e 2 in Coppa Italia). Opinionista di Radio Libera Bisignano.

RENZETTI Alessandro
Grosseto – 21.02.1955
Centrocampista – m. 1.77; kg. 76
Prov. dal Messina; poi dal Potenza
Esordio: 28.09.80 Cosenza-Giulianova 2-2

Campionato Serie Presenze  Reti
1980-81     C1        19         1 (1)
1981-82     C2        28         4
1982-83     C1        23         4 (1)
1983-84     C1        29         1
Totale          –         99        10 (2)

Coppa Italia Serie Presenze  Reti
1980-81      C          1         –
1981-82      C          4       1 (1)
1983-84    A-B-C     6       1 (1)
Totale             –  11        2 (2)

Related posts