Tutte 728×90
Tutte 728×90

Coppa Calabria maschile: prima vittoria della Volley Cosmos

Sul campo del Silasole di San Giovanni in fiore, i gialloblu cosentini conquistano i tre punti

Dopo le due sconfitte nei derby cittadini, la Cosmos vince e convince, nonostante gli infortuni
(di Massimo Mitidieri)

SILASOLE Volley SGF – VOLLEY COSMOS BVC: 1-3 (19-27, 13-25, 27-25, 20-25)
S. Giov. in F.: Talerico (2), Cocchiero m. (17), Ferrarelli (12), Cimino (8), Acciardi (3), Liberato (8), Adamo (L), Nicoletti, Candalise. All.: Salvatore Cocchiero
Cosmos: Lionetti (2), Marcianò (21), Naccarato (8), Iannace (10), Bianco (8), Bozzo A. (8), Zingone (6), Spadafora (L), Mazzuca, Abatemarco, Ferraro, Rizzuto. All.: Giacomo Bozzo
Arbitro: Walter Stancati di Cosenza
San Giovanni in Fiore. Prima vittoria in gare ufficiali per la Volley Cosmos, sul campo non facile di san Giovanni in Fiore. Tre set a uno il punteggio per i ragazzi allenati da Giacomo Bozzo, dopo una gara molto piacevole in tutte le sue fasi e molto equilibrata nel terzo e quarto parziale.
Si giocava la terza ed ultima giornata della fase di qualificazione della Coppa Calabria e per la Cosmos, reduce da due sconfitte nei due derby contro Cosenza e Milani Rende, c’era la necessità di celebrare la prima vittoria della propria storia sportiva. Sul campo di San Giovanni non è facile vincere: lo dimostrano le difficoltà incontrate dalle altre due squadre cosentine che, pur vittoriose, hanno dovuto sudare non poco per aver ragione di una squadra molto caparbia e combattiva come la Silasole del presidente Atteritano.
A tutto questo si aggiungevano le assenze per infortunio e gli inevitabili aggiustamenti tattici che il tecnico della Cosmos aveva dovuto escogitare per far quadrare la formazione: l’elenco che segue ne darà sicuramente una conferma. L’universale Giuseppe Rota ancora assente (la distorsione alla caviglia terrà lontano il ragazzo ancora lontano dai campi per un mese abbondante), il centrale Spadafora (problemi alla spalla destra) si sacrificava ancora nell’insolito ruolo di “libero”, Marcianò tornava in campo dopo i problemi tendinei (ed infatti sarebbe poi uscito all’inizio del quarto set, per prudenza). Per chiudere, erano regolarmente in campo il palleggiatore Lionetti e lo schiacciatore Naccarato, reduci da una settimana di febbre e piccoli acciacchi.
Le formazioni. Cosmos con Lionetti e Marcianò in diagonale, Iannace (che normalmente è il libero) e Naccarato come ricettori, Zingone e Andrea Bozzo al centro, Spadafora il libero. Il tecnico dei silani, Salvatore Cocchiero, schierava Talerico in regia, con Marco Cocchiero da opposto, Ferrarelli e Cimino alle bande, Acciardi e liberato al centro, Adamo libero.
I primi due set erano la fotocopi l’uno dell’altro: Cosmos ordinata in quasi tutti i fondamentali (per il muro se ne riparlerà ad organico completo) e Silasole molto fallosa in ricezione ed attacco, con il “solito” marco Cocchiero a tenere in piedi il punteggio per la propria squadra. Nelle file gialloblu, Marcianò appariva in ottima giornata: oltre al consueto campionario di attacchi di forza e pallonetti imprendibili (con i suoi 21 punti sarà il “top scorer” della serata), il mancino aggiungeva dei recuperi difensivi che strappavano gli applausi anche al pubblico di casa, meno numeroso che in altre occasioni, ma sempre molto vicino alla squadra. I punteggi dei primi set, chiusi a 19 e 13 a favore della Cosmos, danno un quadro veritiero dell’andamento della gara.
Nel terzo parziale, invece, i padroni di casa apparivano molto più motivati Rientrava nel vivo del gioco il laterale Ferrarelli, che si affiancava a Cocchiero come punto di riferimento per il proprio regista: il muro cosentino aveva difficoltà a prendere loro le misure e la prima parte del set era tutta per i giallorossi. A metà gara, Bozzo (Giacomo) metteva in campo il giovane Abatemarco al posto di uno stanco Lionetti: il ragazzo ripagava la fiducia con una condotta ordinata e caparbia, contribuendo al recupero: dal 12-16, la Cosmos si portava sul 18 pari. Da lì, punto a punto, con le due squadre che rispondevano colpo su colpo alle giocate avversarie. Peccato per due incertezze della ricezione (uno dei fondamentali migliori), che in parte contribuivano al mini-break finale a favore del san Giovanni in Fiore: 27-25, in trenta minuti di gioco.
Tornava in campo, nel quarto set, la formazione dei primi due set, ma non c’era neanche il tempo di dare il fischio d’inizio che Marcianò chiedeva il cambio, per un “allarme” dovuto al recente infortunio. Al suo posto, il “jolly” di queste settimane, Marcello (“Marcellino”) Bianco. Partiva bene la squadra padrona di casa ( 4-0), costringendo al time out Giacomo Bozzo.
I consigli ed i correttivi, evidentemente, erano quelli giusti, perché la Cosmos reagiva: un break perentorio portava avanti i cosentini sul 6-5 e segnava il cambiamento di rotta definitivo: tutto si rimetteva in linea e la squadra restava sempre in vantaggio fino alla fine, complice anche un calo fisico di Marco Cocchiero, che ancora, com’è giusto in questa fase della stagione, non è al top della condizione.
Era importante arrivare alla prima vittoria assoluta della “neonata” società cosentina, ma arrivarci dimostrando capacità di reazione e duttilità dei propri atleti era ancora più importante.

Related posts