Tutte 728×90
Tutte 728×90

Potenza-Cosenza: le pagelle

Potenza-Cosenza: le pagelle

I rossoblù hanno particolarmente impressionato per la solidità dimostrata. Biancolino super. La sua doppietta vale tre punti ed il quinto posto.

porchia_scambia_il_gagliadetto

Stretta di mano tra i due capitani prima del fischio d’inizio (fotorosito)

Bravo Mimmo Toscano che ha saputo trarre il massimo da due partite delicatissime. Foggia e Potenza dovevano essere battute e così è stato. La crisi è alle spalle e l’entusiasmo in città è tornato alle stelle. Al “Viviani” i rossoblù sono apparsi quadrati e quando hanno attaccato, specialmente in avvio, lo hanno fatto in maniera lineare. La rete del vantaggio è arrivata al momento opportuno, quando i padroni di casa avevano avanzato il loro baricentro senza però rendersi mai pericolosi. Nota di merito per Biancolino e De Rose. Di seguito le la pagelle dei Lupi:
PINZAN 6 Non è mai chiamato in causa, anche se ogni tanto su qualche palla alta fa aumentare i battiti cardiaci.
MUSCA 6 Controlla bene Catania sulla fascia di competenza. A differenza delle altre volte si spinge di meno in avanti.
PORCHIA 6 Nel primo tempo non è che ci sia tanto da fare, ma lui guida con eleganza il reparto arretrato.
DI BARI 6,5 Nella ripresa gli capita spesso di dover lavorare d’astuzia contro i suoi dirimpettai e se la cava alla grande.
BERNARDI 7 Un treno. Lo trovi a puntare il terzino avversario ed un secondo dopo a raddoppiare in difesa. Se trovasse più spesso il fondo sarebbe devastante.
DE ROSE 7,5 Ormai per lui si sprecano i paragoni. Il ragazzo però ha giocato una grande gara unendo la quantità a sprazzi di qualità. Migliorando diventerà uno dei migliori della categoria.
ROSELLI 7 Classica interpretazione da interdittore. Sette polmoni, suda e fa a sportellate.
CHIANELLO 6,5 E’ la sorpresa dell’ultimo momento. Lui però non si fa prendere dall’emozione e ce la mette tutta. Per fortuna Zonno di Bari non vede un suo mani in area di rigore…
CACCAVALLO 6,5 Inizio folgorante, poi si perde nei meandri del match. Bene nell’azione che conduce al raddoppio.
BIANCOLINO 8 Fischiato ed ingiuriato dal publico locale per tutta la partita, risponde come conviene ad un grande bomber: due gol e tutti a casa. Si procura il penalty con furbizia e lo trasforma con rabbia. Il 2-0 è da attaccante di razza.
SCOTTO 6 Il talento sardo è apparso in ombra. Troppo lezioso in alcune fasi del match. Certo, quando ingrana la marcia risulta una spina nel fianco degli avversari.
ALL. TOSCANO 8 Ha il merito di azzeccare la sostituzione giusta e rispolverare Danti. Ripagato da tutti coloro che sono scesi in campo, è uscito a testa alta dalla crisi ed ha inchiodato la sua panchina al San Vito.

Subentrati:
FANUCCI 6,5 Rispetto a Porchia ha più grane da sbrigare, ma lo fa con la massima lucidità.
DANTI 7 Dopo un periodo di appannamento è tornato il furetto che i tifosi del Cosenza conoscono. Entra col piglio giusto e dopo un paio di buone giocate regala uno splendido assist a Biancolino per il sigillo finale.
MARSILI sv Troppo poco in campo per essere giudicato.  

Related posts