Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice sportivo: maxi multa al Foggia

Giudice sportivo: maxi multa al Foggia

Il club pugliese multato (10.000 euro) per lancio di oggetti contro la terna arbitrale. E il Lanciano perde Mammarella per tre giornate. Per il massaggiatore del Cosenza, Felice Arieta, solo un’ammonizione dopo l’espulsione di ieri.

tifosi_foggiaPugno duro del Giudice Sportivo che, dopo la nona giornata, non perdona le intemperanze dei tifosi del Foggia e le reiterate proteste del giocatore del Lanciano (Mammarella). Nel primo caso, la società pugliese è stata multata in maniera salata (10.000 euro) “perché – si legge nel comunicato – propri sostenitori, al termine della gara, accompagnavano il rientro negli spogliatoi della terna arbitrale con un lancio di oggetti,fra i quali un ombrello che cadeva nelle adiacenze dell’arbitro ed un pesante oggetto della grandezza di un accendino che colpiva lo stesso in pieno petto procurandogli forte e persistente dolore”. Per quanto riguarda Mammarella, giocatore del Lanciano, si parla di una squalifica di tre giornate “per doppia ammonizione, per proteste verso l’arbitro e per condotta scorretta verso un avversario, espulso, rivolgeva all’arbitro una frase offensiva”. Foggia e Lanciano sono anche le uniche due società ad avere avuto giocatori squalificati questa settimana (due per parte). Per quanto concerne il Cosenza da segnalare una mula (200 euro) “perché propri sostenitori in campo avverso introducevano ed accendevano nel proprio settore due fumogeni”. (co.ch.)

Queste le decisioni del Giudice Sportivo dopo la nona giornata giornata di LP1/B:
AMMENDA SOCIETA’:
€ 10.000,00 FOGGIA perché propri sostenitori, al termine della gara, accompagnavano il rientro negli spogliatoi della terna arbitrale con un lancio di oggetti,fra i quali un ombrello che cadeva nelle adiacenze dell’arbitro ed un pesante oggetto della grandezza di un accendino che colpiva lo stesso in pieno petto procurandogli forte e persistente dolore.
€ 4.000,00 POTENZA perché propri sostenitori introducevano ed accendevano nel proprio settore alcuni fumogeni di cui uno veniva lanciato sul terreno di gioco, senza conseguenze; gli stessi facevano esplodere diversi petardi nel proprio settore ed uno nel recinto di gioco senza conseguenze; altri sostenitori posizionati nelle adiacenze della linea laterale del terreno di gioco hanno costantemente indirizzato verso un assistente arbitrale, per l’intera durata della gara, numerosi sputi, molti dei quali lo raggiungevano sulla persona.
€ 3.500,00 CAVESE perché propri sostenitori introducevano ed accendevano nel proprio settore diversi fumogeni, uno dei quali veniva lanciato nel recinto di gioco, senza conseguenze; gli stessi facevano esplodere nel proprio settore due petardi, sempre senza conseguenze, ed esponevano uno striscione contenente una frase offensiva verso il Presidente della Lega Pro.
€ 1.500,00 REGGIANA per avere omesso di applicare sulla divisa di gioco il logo della Lega Pro come da normativa vigente.
€ 1.200,00 ANDRIA perché propri sostenitori facevano esplodere nel proprio settore nel recinto di gioco sei petardi senza conseguenze.
€ 200,00 COSENZA perché propri sostenitori in campo avverso introducevano ed accendevano nel proprio settore due fumogeni.
AMMONIZIONE MASSAGGIATORI:
ARIETA FELICE (COSENZA) per condotta non regolamentare in campo durante la gara.
CALCIATORI ESPULSI SQUALIFICA PER TRE GARE EFFETTIVE:
MAMMARELLA CARLO (LANCIANO) per doppia ammonizione, per proteste verso l’arbitro e per condotta scorretta verso un avversario, espulso, rivolgeva all’arbitro una frase offensiva.
CALCIATORI ESPULSI SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE:
MATTIOLI ITALO (FOGGIA) per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo.
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE:
CARBONE FRANCESCO (FOGGIA) per condotta scorretta verso un avversario e per condotta non regolamentare.
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE:
DICECCO DOMENICO (LANCIANO)

Related posts