Tutte 728×90
Tutte 728×90

Calcio a 5: Carpe Diem in testa alla classifica, bene il Citrarum

Nel derby tra Family Prest e Rogliano finisce 4-2. Il Città di Cosenza cade ancora in casa del Mirto. La capolista vince in trasferta a Melito Porto Salvo (0-1).

lucas_ribeiro

Rucas Ribeiro del Citrarum

In testa alla classifica si conferma la Carpe Diem di Tuoto che batte in trasferta una buona Melitese. Ad un punto la Maestrelli, che solo nel finale e per giunta su tiro libero, viene raggiunta dall’Oratorio S.F. A seguire un terzetto di squadre inedito, due neo promosse ed il sorprendente Kroton di mister De Santis. Il risultato più clamoroso per quanto ampio è senza dubbio quello di Gallina, dove una Gallinese pressoché perfetta, ha surclassato una irriconoscibile Fata Morgana. Continua a perdere il Città di Cosenza che a questo punto è in piena crisi. Sabato ha perso 6-4 contro il Mirto in trasferta. L’incontro tra Rosarno e Catanzaro invece è stato interrotto a gara iniziataa casua delle infiltrazioni d’acqua che hanno reso il parquet impraticabile. Caso davvero strano e singolare nel mondo del calcio a 5Ecco cronache e tabellini:

MIRTO-CITTA’ DI COSENZA 6-4 Il Mirto riprende il cammino dopo due sconfitte consecutive. La squadra ionica è scesa in campo un pò contratta e subisce la rete del vantaggio ospite ad opera di Carpino. La reazione dei locali e tempestiva e fulminea e con Romano, Madeo G. e Pace ribalta completamente la situazione. Il Città di Cosenza però non molla e grazie al migliore in campo Abate accorcia le distanze. Nella ripresa la gara vive di ribaltamenti continui, infatti prima è gentile a siglare la rete del 4-2, poi Broccolo per il 4-3. dal 20’ il break del Mirto che segna con Benenati e Golluscio portandosi sul 6-3 e gestendo al meglio il finale. La rete del definitivo 6-4 la realizza ancora Abate. Il tabellino:
MIRTO: Federico, Pace, Gulluscio, Tedesco, Biasi, Forciniti, Grillo, Madeo, Benenati, Romano, Costarini, Gentile. Allenatore: Madeo.
CITTA’ DI COSENZA: Cornehl, Sacco, Carpino, Marotta, Abate, Gervasi, Reda, Nardi, Broccolo, Abate, Bruno. Allenatore: Nardi.
ARBITRI: Petrone e Vrenna di Crotone.
MARCATORI: 5’ Carpino(C), 7’ Romano(M), 21’ Madeo(M), 23’ Pace(M), 26’ Abate(C), 32’ Gentile(M), 39’ Broccolo(C), 42’ Benenati(M), 51’ Gulluscio(M), 55’ Abate(C).

MELITESE-CARPE DIEM 0-1 Prova di maturità degli uomini di Tuoto che ottengono tre punti pesanti su un campo difficile e la testa della classifica. Il primo tempo è stato molto equilibrato con i locali che hanno avuto di più il pallino del gioco in mano ma con gli ospiti che si sono difesi benissimo senza rischiare nulla. In una situazione di questo tipo lo 0-0 era inevitabile. Nella ripresa il copione non cambia, con i locali che spingono alla ricerca della rete e con gli ospiti pronti a colpire al primo errore avversario. Così accade che a metà ripresa Gagliardi realizza la rete del vantaggio per i cosentini. Una volta passata in vantaggio, la Carpe Diem gestisce egregiamente il risultato, creando alcune ripartente micidiali non andate a segno solo per merito del portiere locale Mafrica oggi all’esordio. Gli ultimi assalti della Melitese, oggi priva di Scordino, conquistano in pieno recupero un calcio di rigore che però Latella se lo fa respingere sul palo da un super Scrivano. Alla Melitese il rammarico per non aver ottenuto un punto che avrebbe meritato mantre per la Carpe Diem una vittoria che da consapevolezza della propria forza. A fine gara mister Franco ha dichiarato : ritengo che per quello che si è visto in campo il pari fosse il risultato più giusto. Come sabato scorso, anche oggi abbiamo commesso qualche ingenuità che ci è costata cara. Mentre Leo Tuoto ha espresso tutta la sua soddisfazione : Una bella gara giocata con molta pazienza e personalità. Il primo tempo è stato molto equilibrato e nella ripresa noi siamo stati bravi a colpire nel momento giusto. Avremmo potuto sfruttare meglio due ripartente, ma va bene così. Il tabellino:
MELITESE: Falliti, Pratticò, Toscano, Romeo, Barilla M., Barilla R., Stuppino, Cuzzocrea F., Scaramozzino, Latella, Pulitanò, Mafrica. Allenatore: Franco
CARPE DIEM: Scrivano, Barbuto M., Laino, Barbuto P., Gagliardi, Perri, Metello, Bisignano C., Cuconato, Bisignano A., Panucci, Campino. Allenatore: Tuoto
ARBITRI: Macrì di Locri e Concolino di Catanzaro
MARCATORE: Gagliardi

CITRARUM-ROGLIANO 4-2 Dopo un ottimo primo tempo chiuso sul 3-0, i locali sono calati vistosamente, concedendo al Rogliano di rientrare in partita. La squadra di Ragadali parte forte, imponendo un buon ritmo alla gara e chiudendo benissimo le iniziative degli ospiti, costretti ad incassare le reti di Riberio, Ferraro e Francesco Cipolla. Nel secondo tempo gli ospiti, nonostante la pesante assenza di mister Mendicino, si riorganizzano e creano i presupposti per la rimonta. Prima è Città ad accorciare le distanze e subito dopo è il solito Chiappetta che realizza la rete del 3-2 su calcio piazzato. Mister Ragadali rivede qualcosa della sua squadra, e grazie al suo uomo migliore Ribeiro, spegne gli ardori degli avversari realizzando la rete del definitivo 4-2.
CITRARUM: Gervasi, De Rango, Cipolla Fr., Stancati, Lucas Ribeiro, Aita, Marino, Cipolla Fa., Ferraro, Bruno, Bufanio. Allenatore: Ragadali
ROGLIANO: Lanni, Berardi, Tucci, Chiappetta, Cristiano, Città, Gallo, Gatto, Carnevale, Bisignano, Girimonti, Oddo . All. Mendicino
ARBITRI: Alessi di Taurianova
MARCATORI: Ribeiro (2 C), Ferraro (C), Cipolla Fr. (C), Città (R), Chiappetta (R).

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it