Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Real Marcianise: le pagelle di Alessandro Renzetti

Cosenza-Real Marcianise: le pagelle di Alessandro Renzetti

L’ingenuità sul gol del Real Marcianise pesa come un macigno. Positivo il debutto di Fiore. In mezzo al campo De Rose e Roselli giocano per quattro riuscendo a sopperire all’inferiorità numerica.

bernardi_col_pallone

Bernardi, positiva la sua prestazione

Una gara strana, caratterizzata dall’ostruzionismo degli avversari, ma che non deve nascondere alcuni errori commessi dalla compagine rossoblù. Ad iniziare dall’approccio alla gara. A differenza delle due precedenti gare (in cui erano arrivate altrettante vittorie) non si è riuscito a dare ritmo alla gara sin dai primi minuti. Logico che il Real Marcinise abbia preferito rallentare il gioco e cercare, nella ripresa, di perdere il tempo necessario per cercare di portare un punto che, soprattutto per loro, fa classifica. Da censura il gol, anzi l’autogol, preso dal Cosenza in occasione della rete di Manco. Vada per le proteste. Ma non difendere il pallone condendo agli avversari di riprendere il gioco a sorpresa è roba che neppure nei dilettanti ormai si vede più. Da lodare la reazione dopo il gol. Peccato che non sia arrivato sul risultato di parità.
PINZAN: voto 5. Non ha avuto colpa sul gol. Ma sulle uscite mi sembra insicuro. Si vede a volte che non gioca da tanto. Nei momenti topici sembra insicuro.
MUSCA: voto 5. Insieme a Porchia e Di Bari ha fatto diventare bravi gli attaccanti di una squadra che mi è sembrata mediocre. Imbarazzante in due frangenti quando perde palla facendo ripartire il contropiede avversario.
MAGGIOLINI: voto 5. Timido a differenza di altre volte in cui mi è piaciuto di più. A livello difensivo discreto, a livello offensivo a sprazzi. Mi aspetto molto di più da un giocatore che reputo tra i più forti della rosa.
DI BARI: voto 5. L’ingenuità sul gol è da dilettanti. Roba da non credere. E se poi trova la collaborazione di Porchia la cosa diventa preoccupante. La speranza è che non si ripeta più un sime errore.
DE ROSE: voto 6,5. Gioca per due insieme a Roselli. A centrocampo siamo sempre in inferiorità numerica e lui sopperisce con la voglia e la determinazione che lo stanno facendo crescere a dismisura.
PORCHIA: voto 5. Perde tutti i duelli, o quasi, col suo dirimpettaio. Sbaglia lanci lunghi a dimostrazione di una condizione non ottimale (forse dovuta anche al recente infortunio). Sul gol del Real Marcianise la combina grossa. Un errore imperdonabile.
BERNARDI: voto 6. Si è spinto di più di Maggiolini. Grande impegno e per poco non trova il gol.
ROSELLI: voto 6. Giocatore di una intensità spaventosa. Lo trovi dovunque e si danna l’anima per cercare di rubare la palla agli avversari.
BIANCOLINO: voto 5,5. Si impegna e si fa sentire facendo a sportellate con i due difensori centrali. Gioca di sponda e riceve pochi cross. Clamoroso l’errore sotto porta quando tira direttamente sul portiere. Quelli sono i suoi gol.
FIORE: voto 6. Primo tempo in ombra ma si vede che è di altra categoria. Gli manca il ritmo e la partita e spero che possa recuperare presto la forma perché è lui che può far cambiare ritmo a questa squadra.
SCOTTO: voto 6. Ha provato a dare velocità alla squadra con tagli ficcanti anche se non sempre è stato servito a dovere. Nel primo tempo è l’uomo più pericoloso del Cosenza.

ALL. TOSCANO: voto 5. Non mi convince il fatto che non riesce a far cambiare ritmo alla squadra. In casa facciamo fatica ed è palese. Non riesco a capire alcune scelte non tanto sugli uomini ma sui movimenti e la collocazione in campo di alcuni giocatori.

Subentrati
:
DANTI: voto 6,5. A parte il gol mi è piaciuta la prova di questo giocatore che reputo dalle grandi potenzialità. La panchina gli ha fatto bene. Col suo ingresso il Cosenza diventa più brillante e pericoloso.
CACCAVALLO: voto 5,5. Troppo fumoso e troppo innamorato del pallone. Propositivo ma non basta. Perde alcuni palloni ingenuamente e per sua fortuna il Real Marcianise non ne approfitta.
MORTELLITI: voto SV. Si è impegnato ma un voto mi sembra eccessivo visti i pochi minuti in cui è stato impiegato.

REAL MARCIANISE:
Fumagalli 6,5; Ciano 6, Filosa 6, Murolo 5,5, Piscitelli 6,5; Di Napoli 5,5, D’Ambrosio 6, Della Ventura 6; Manco 6,5, Tedesco 5, Poziello 5,5 (85′ st Russo SV, 92′ st Montanari SV). A disp.: Mezzacapo, Tomi, Alvino, D’Apice, Alfano. All.: Boccolini 6

CHI E’ ALESSANDRO RENZETTI
Alessandro Renzetti nasce a Grosseto il 21 febbraio del 1955. Centrocampista di indubbie qualità tecniche (specialista dei calci di punizione) esordisce con la maglia del Cosenza il 28-9-1980 in Cosenza-Giulianova 2-2. Con la maglia rossoblù colleziona 110 presenze (99 in campionato e 11 in Coppa Italia) con 12 reti (10 in campionato e 2 in Coppa Italia). Opinionista di Radio Libera Bisignano.

RENZETTI Alessandro
Grosseto – 21.02.1955
Centrocampista – m. 1.77; kg. 76
Prov. dal Messina; poi dal Potenza
Esordio: 28.09.80 Cosenza-Giulianova 2-2

Campionato Serie Presenze  Reti
  1980-81     C1        19         1 (1)
  1981-82     C2        28         4
  1982-83     C1        23         4 (1)
  1983-84     C1        29         1
 Totale          –         99        10 (2)

Coppa Italia Serie Presenze  Reti
  1980-81      C          1         –
  1981-82      C          4       1 (1)
  1983-84    A-B-C     6       1 (1)
   Totale             –  11        2 (2)

Related posts