Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Verona calpesta la Valle del Giovenco. Al Bentegodi finisce 5-1

Nel posticipo gli scaligeri raggiungono il Pescara in vetta alla classifica. Gialloblù con la migliore difesa ed il migliore attacco. Abruzzessi mai in partita. 

tifo_verona

La curva del Bentegodi stracolma

Il Verona calpesta letteralmente la Valle del Giovenco e risponde per le rime al Pescara che domenica aveva espugnato il campo della Spal. Cinque reti alla formazione abruzzese realizzate da altrettanti calciatori la dicono lunga sulle potenzialità della squadra di Remondina, che si riprende la vetta della classifica di fianco al Pescara e per ora può vantare il migliore attacco e la migliore difesa. CRONACA. In occasione della decima di campionato Remondina rilancia Colombo e Rantier dal primo minuto, in virtù dell’assenza di Andy Selva a causa di una distrazione muscolare. Cappellacci schiera l’ex interista Cesar sull’esterno di centrocampo, con Laboragine a sostegno dell’unica punta Choutos. Al 5′ Rantier cerca di  lanciare Berrettoni sul corridoio centrale, il pallone è troppo lungo per l’attaccante romano e Bifulco anticipa. Scaligeri in vantaggio con Berrettoni all’11’: cambio di gioco dalla destra di Rantier per il compagno che controlla sulla trequarti e dal limite dell’area scocca un destro, sfera sotto l’incrocio del palo lontano. Triplice occasione per gli uomini di Remondina al 16′, quando l’autore del gol ci prova da due passi col mancino. Bifulco respinge anche il tap-in di Colombo, poi Russo si vede deviare sulla linea di porta il tiro da un difensore. Il forcing gialloblù porta comunque al raddoppio, con Berrettoni che sguscia via sulla sinistra dopo la battuta di un corner (17′), il cross è incornato in fondo al sacco da Ceccarelli appostato sul secondo palo. Poco prima della mezzora arriva anche la terza rete, stavolta con Rantier: il francese è abile a farsi trovar pronto sulla ribattuta dopo un tiro di Berrettoni dai venti metri respinto malamente da Bifulco (27′). E’ un primo tempo devastante quello di Ceccarelli e compagni, che segnano il poker a pochi istanti dallo scadere. Lavoro perfetto di Russo a centrocampo con il siciliano che spacca in due la difesa avversaria, filtrante per Pensalfini, l’ex Sassuolo a tu per tu con Bifulco insacca. In apertura di ripresa Colombo tenta la conclusione dai venti metri, palla a lato di un soffio. Su ribaltamento di fronte (47′) Censori accorcia le distanze con un tiro dal limite verso il secondo palo. Incursione di Comazzi sulla sinistra al 66′, palla al centro dal fondo, devia in corner. La formazione scaligera si riconferma implacabile sui calci piazzati: dall’angolo Berrettoni trova Colombo, che di testa segna il quinto gol.

Il tabellino:
VERONA (4-3-3): Rafael; Cangi Comazzi  Ceccarelli  Pugliese; Russo Esposito Pensalfini; Rantier (59′ Ciotola) Colombo (71′ Farias) Berrettoni (75′ Garzon). A disp.: Ingrassia, Anselmi, Bertolucci, Gomez. All.: Remondina
VALLE DEL GIOVENCO(4-4-1-1): Bifulco; Birindelli Molinari Petitto Blanchard; Cruciani Censori De Angelis Cesar (67′ Mateus); Laboragine (67′ Rebecchi); Choutos (78′ Cipolla). A disp.: Meo, Di Berardino, Locatelli, Bettega. All.: Cappellacci
ARBITRO: Gambini di Roma
MARCATORI: 11′ Berrettoni, 17′ Ceccarelli, 26′ Rantier, 44′ Pensalfini, 47′ Censori (VA), 67′ st Colombo
NOTE: Terreno in buone condizioni, spettatori totoali circa 1500, incasso 64358 euro. Amm: Petitto, Garzon, Rantier. Corner: 4-2. Recupero: 2′ pt-1’st

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it