Tutte 728×90
Tutte 728×90

Coppa Italia: tra gli sbadigli il Cosenza supera la Juve Stabia (1-0)

Coppa Italia: tra gli sbadigli il Cosenza supera la Juve Stabia (1-0)

Partita brutta e noiosa con i campani apparsi più volenterosi. Il gol vittoria arriva grazie ad un’autorete di Fabbro su cross di Virga.

dscf5829

La formazione di oggi pomeriggio

Il Cosenza vince e passa il turno. Questa è l’unica notizia positiva di una gara giocata male e a basso ritmo. Pochi spunti per lo spettacolo, con le “seconde linee” rossoblù imbrigliate da una volenterosa Juve Stabia. I lupi avanzano in Coppa Italia e molto probabilmente saranno inserite con Benevento e Taranto nel girone da cui uscirà una delle quattro semifinaliste. LA CRONACA. Inizia bene la Juve Stabia che preme il Cosenza nella propria metà campo collezionando però solo calci d’angolo. Il Cosenza si fa vivo al decimo dalle parti di Panico con una bella girata volante di De Pascalis deviata però in corner. Il Cosenza prova a prendere  campo ma sono i campani a rendersi pericolosi al 19′. In trenta secondi i gialloblù sfiorano per tre volte il gol. La prima occasione capita sui piedi di Gomes che è bravo a far fuori Amico, perdendo poi l’attimo per la battuta a rete. Passano dieci secondi ed è Riccio a sfiorare la marcatura con una bella rovesciata finita fuori di un niente. Sulla rimessa dal fondo di Ameltonis, Peluso prova al volo da centrocampo a sorprendere il portiere silano che però con un colpo di reni evita il gol. Pregevole l’esecuzione del fantasista delle vespe che con le mani sui capelli resta incredulo in mezzo al campo. Al 22′ rispondono i Lupi passando in vantaggio. Bell’azione di Virga sulla destra. Il laterale rossoblù si beve con una finta Ametrano e crossa al centro, deviazione sfortunata di Fabbro che trafigge il proprio portiere. La partita dopo il gol del vantaggio rossoblù, perde di ritmo e lo spettacolo ne risente. La gara si trascina lenta fino al fischio di chiusura dei primi 45 minuti. Il secondo tempo si apre con il sussulto che provacano i cori dei supporters stabiesi giunti solo pochi istanti prima del fischio d’inizio della seconda frazione. Cori che risvegliano anche i tifosi cosentini presenti in curva sud. Al 9′ minuto di gioco gran bolide dai trenta metri di Giardina con palla che sorvola la traversa. Riasponde la Juve Stabia al 18′ con Gomes che però spedisce a lato da buona posizione. Rastelli e Toscano provano a rianimare il match inserendo dalla panchina forza fresche, ma la noia non cambia, almeno fino al secondo minuto di recupero dei sei concessi dal signor Cervellera. Verso lo scadere infatti la Juve Stabia riesce anche a segnare, proprio con l’autore dell’autorete del primo tempo, Fabbro che insacca in mischia. Tutto inutile però perchè il guardalinee annulla tutto per fuorigioco dello stesso numero sei, che poi trova il tempo anche di farsi espellere per proteste. Al triplice fischio finale i lupi sotto la curva sud vanno a salutare i pochi sostenitori presenti, mentre i supporters campani salutano a modo loro il “pitone” Biancolino che era presente in tribuna. (Co.ch)
Il tabellino:
COSENZA(3-4-3): Ameltonis, Ungaro, La Canna, Nastasi, Giardina (30′ st Piro), Amico, Virga, Marsili, Ceccarelli (11′ st Olivieri), Mortelliti, De Pascalis (41’st Martino). A disp: Galeano, Viola, Di Bari, Viscardi. All Toscano
JUVE STABIA (4-3-1-2): Panico, Bocchetti, Ametrano (33′ st Montariello), Mineo, Iorio, Fabbro, Marano, Rinaldi, Riccio (25′ st Grandullo), Peluso (11′ st Pelagione), Gomes. A disp: D’oriano, Borrelli, Capasso, Leone.All: Rastelli
ARBITRO: Cervellera di Taranto
MARCATORI: 22′ pt Fabbro (aut.)
NOTE: Spettatori paganti 244 per un incasso di 1114 euro. Presenti una trentina di ospiti entrati a gara in corsa. Angoli 2-5. Ammoniti: Amico; Espulsi: Fabbro al 49′ st

Related posts