Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il dietrofront di Macalli: “Non bloccheremo i campionati di Lega Pro”

Il dietrofront di Macalli: “Non bloccheremo i campionati di Lega Pro”

Il presidente si dice soddisfatto delle aperture da parte del governo ed è fiducioso sulle questioni dei diritti tv e dell’ammodernamento degli stadi.

macalli

Il presidentissimo Mario Macalli

Uno stop ai campionati di Prima e Seconda Divisione, minacciato nelle scorse settimane dal presidente della Lega Pro Mario Macalli, non ci sarà. Lo ha assicurato lo stesso Macalli a margine del convegno sulla normativa contrattuale dei calciatori svoltosi oggi a Palazzo Vecchio. “Il blocco dei campionati – ha spiegato Macalli – non ci sarà, perché da ieri si sono aperti dei tavoli di trattativa nuovi, anche col governo. E’ la prima volta che qualcuno decide di ascoltarci, e lo ringrazio: dopo due ore e mezzo di colloquio penso che abbiano capito le nostre esigenze, e sono convinto che qualcosa in questa legge cambierà e diventerà una legge buonissima”.
Due i punti sottolineati da Macalli: il primo è quello del limite di capienza sopra il quale si possono ottenere le agevolazioni. “Sono sicuro che da 15 mila posti passerà a 7.500, perché non si possono escludere le società di Lega Pro, che alla fine saranno le uniche a fare gli stadi nuovi: abbiamo già la fila di imprenditori pronti ad agire”. Il secondo aspetto è quello della distribuzione delle risorse: alla Lega Pro spetterebbe l’1% della fetta dei diritti tv, ma Macalli vuole di più. “Non contesto niente ai presidenti che otterranno più finanze – ha concluso – ma contesto quello che non hanno dato a noi e che abbiamo il diritto di pretendere: la nuova distribuzione non va bene”.  (co. ch.)

Related posts