Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza incorona Fiore. L’ex azzurro firma il pari a Cava de’ Tirreni (1-1)

Paroni di casa in vantaggio con Schetter, poi l’acuto del fantasista rossoblù. Campani in dieci per 40′, Biancolino sbaglia un gol incredibile.

tiro_di_fiore

Fiore calcia verso la porta avversaria: è l’1-1

Torna a casa con un punto il Cosenza di Mimmo Toscano (ieri in tribuna) che dopo aver regalato il primo tempo ai campani, nella rirpesa affila le armi e prende in mano la gara. Bravissimo Stefano Fiore che trova il primo gol stagionale dopo una bella azione di Scotto e Danti. Peccato per le occasioni sprecate da Biancolino, specialmente per l’errore del 21′ della ripresa che per l’attaccante pesa come un macigno. La Cavese dopo il pareggio del fantasista rossoblù e l’espulsione di Nocerino ha badato solo a difendersi chiudendosi bene e bloccando le folate degli ospiti.  CRONACA. Il Cosenza scende in campo in completa divisa bianca e presenta il vice allenatore Napoli in panchina. I primi minuti sono di studio tra le due squadre con molto gioco a centrocampo e lanci lunghi. I Lupi si fanno vivi al 3′ con una punizione di Caccavallo. Il talento napoletano batte forte in area di rigore campana, si accende una mischia che però non sortisce effetti. Al 5′ è la Cavese ad andare vicina al gol con una grande azione di Schetter sulla destra. Il suo cross viene tuttavia ciccato da Bernardo. Al 13′ buona opportunità per il Cosenza con una bella azione di Bernardi che trova la testa di Scotto il quale on riesce ad impattare bene. Il ritmo della gara sale sempre più con Porchia e soci che appena riescono ad imbastire una manovra, gestiscono bene il pallone. Al 19′ ci prova Scotto in girata con un bel destro,  Russo però riesce a deviare. Al 24′ Pinzan compie un vero miracolo su una gran botta dai 25 metri di Maiorano volando sotto l’incrocio. I padroni di casa inistono e trovano il vantaggio alla mezz’ora. Bella azione di Favasuli sulla corsia di destra. Il traversone sul secondo palo è preda di Schetter che tutto solo deposita di testa alle spalle di Pinzan. Lo stesso attaccante viene ammonito per l’eccessiva esultanza. Il Cosenza prova a reagire senza però trovare il bandolo della matassa. E’ soprattutto a centrocampo che i silani vanno in difficoltà. La Cavese invece riesce con tranquillità a girare bene il pallone e a trovare la sempre la soluzione giusta. Al 37′ altra bomba dalla distanza di Maiorano con Pinzan che deve respingere di pugno la minaccia. Dopo un minuto di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi mentre Toscano manda Fiore e Danti a riscaldarsi.
SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con due cambi per il Cosenza: Fiore entra al posto di Roselli e Danti per Musca. Cambiato anche il modulo che diventa 4-2-3-1 con Fiore e De Rose in mezzo al campo Danti, Caccavallo e Scotto a supporto di Biancolino. La prima occasione è ancora per la Cavese che prova con Tarantino da lontano, palla fuori. Al 2′ minuto il pareggio del Cosenza con una gran tiro di Stefano Fiore. L’ex nazionale è bravissimo a raccogliere un pallone servito da Danti e a trafiggere Russo: gran gol! I silani sembrano aver trovato il passo giusto e al 9′ Biancolino lotta come un forsennato battendo a rete, bravo ancora Russo a respingere. Al 11′ cartellino rosso per Nocerino reo di aver colpito a palla lontana Caccavallo. A segnalarlo al signor D’Alesio è il guardalinee. Il Cosenza preme con Caccavallo che mette in difficoltà la difesa campana. Al 20′ Danti cade in area di rigore campana, l’arbitro opta per la simulazione e sventola il giallo al furetto di San Giovanni. Al 21′ arriva l’occasione per completare la rimonta: Biancolino tutto solo davanti a Russo sbaglia l’impossibile e svanisce la possibilità del vantaggio. Errore madornale per l’attaccante silano che spara addosso a Russo mentre poteva perfino servire Caccavallo solo sulla sua destra. Al 24′ è la Cavese a mettere paura al Cosenza con Favasuli, la cui conclusione però termina a lato. I rossoblù cercano di vincere il match e Napoli butta nella mischia anche Mortelliti che prende il posto di uno stanco Gigi Scotto. Il Cosenza preme ma la Cavese non molla un colpo. Ultime battute di gara con i Lupi riversati nella metacampo avversaria che non riescono a sfondare nonostante i 5′ minuti di recupero.

IL TABELLINO
CAVESE (4-2-3-1):
Russo, Grillo, Nocerino, Farina, Bacchiocchi, Cipriani, Favasuli , Maiorano(5′ st Scartozzi), Schetter, Tarantino (12′ st Bacchi), Bernardo (25′ Varriale). All: Maurizi. A disp: Pane, Pozza, Prevete, Varriale, Cruz
COSENZA (3-4-3):
Pinzan, Musca (1′ st Danti), Maggiolini, Fanucci, De Rose, Porchia, Bernardi, Roselli (1′ st Fiore), Biancolino, Caccavallo, Scotto (26′ Mortelliti). A disp: Ameltonis, Di Bari, Virga, Giardina. All: Napoli (Toscano squalificato).
ARBITRO: D’Alesio di Forlì
MARCATORI: 30′ Schetter, 3’st Fiore
NOTE: Giornata di sole con terreno in buone condizioni. 300 i tifosi provenienti da Cosenza. Spettatori 2200 circa. Espulso al 11′ st Nocerino per un fallo a palla lontana su Caccavallo. Ammoniti: Schetter, Bacchiocchi. Scartozzi, Biancolino, Danti. Angoli 3-5 per il Cosenza. Recupero: 1′ pt – 5′ st 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it