Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice Sportivo: un’altra multa per il Cosenza Calcio dopo il match di Cava

Giudice Sportivo: un’altra multa per il Cosenza Calcio dopo il match di Cava

Ai rossolbù è stata comminata una sanzione di 2mila euro di multa a causa dell’invasione dei tifosi a fine partita. Va peggio ai padroni di casa che prendono il doppio.

giudice_sportivoIl Giudice Sportivo Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Giulio Ciacci, nelle sedute del 2 e 3 novembre 2009 ha squalificato sei calciatori del girone B della Prima Divisione e due allenatori. Inoltre ha comminato una serie di multe alle società che testimoniano ancora una volta la vivacità delle rispettive tifoserie e i problemi di carattere ambientale che si hanno nello giocare in alcuni impianti. Colpiti, tra gli altri, la Cavese con 4mila euro di multa ed il Cosenza con 2mila. Alla base di tali decisioni c’è il parapiglia del Lamberti ed il comportamento di alcune persone campane che sostavano sul rettangolo verde. Ecco tutte le decisioni:
SOCIETA’
AMMENDA
€ 4.000,00 CAVESE 1919 S.R.L.
perchè due persone munite di pettorina di riconoscimento quali fotografi, ma privi di macchine fatografiche,stazionavano nel recinto di gioco assistendo alla gara posizionati dietro la porta occupata dal portiere della squadra ospite, disturbavano lo svolgimento della gara incitando i calciatori della cavese, costringendo l’arbitro ad una breve interruzione del gioco per il loro allontanamento; perche propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un grosso petardo la cui deflagrazione provocava fortissimo rumore senza conseguenze.
€ 3.500,00 REAL MARCIANISE CALCIO SPA perchè propri sostenitori durante la gara indirizzavano verso un assistente arbitrale reiterate frasi offensive e numerosi sputi, alcuni dei quali lo raggiungevano in più parti del corpo; gli stessi introducevano e facevano esplodere nel proprio settore tre petardi, senza conseguenze.
€ 2.000,00 COSENZA CALCIO 1914 SRL perchè propri sostenitori al termine della gara scavalcata la recinzione entravano sul terreno di gioco allo scopo di ottenere le maglie di alcuni calciatori della propria squadra, con ciò scatenando la reazione dei tifosi locali; solo l’immediato intervento del servizio d’ordine evitava il contatto fisico.
€ 2.000,00 FOGGIA S.P.A. perchè propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel proprio settore numerosi petardi, uno dei quali di notevole potenza.
€ 800,00 POTENZA SPORT CLUB S.R.L. perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo, al termine della gara.
€ 500,00 RIMINI CALCIO F.C. S.R.L. perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo, senza conseguenze.
€ 300,00 TERNANA CALCIO S.P.A. perchè propri sostenitori in campo avverso introducevano e accendevano nel proprio settore due fumogeni.

ALLENATORI
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
MELOTTI
MAURO (RIMINI CALCIO F.C. S.R.L.) per atteggiamento irriguardoso verso l’arbitro durante la gara (espulso).
BALDASSARRI GABRIELE (TERNANA CALCIO S.P.A.) per atteggiamento irriguardoso verso l’arbitro durante la gara (espulso).

CALCIATORI

SQUALIFICA PER DUE GAR EFFETTIVE
NOCERINO
ALBERTO (CAVESE 1919 S.R.L.) per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo
COLUSSI ROBERTO (VIRTUS LANCIANO 1924 SRL) perchè seduto in panchina rivolgeva ad un assistente arbitrale reiterate frasi offensive

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
ESPINAL
MARTE EDUARDS VINICIO (PORTOGRUARO SUMMAGA S.R.L), POZIELLO GAETANO (REAL MARCIANISE CALCIOSPA), CALORI SIMONE (TARANTO SPORT S.R.L.), VISI STEFANO (TERNANA CALCIO S.P.A.)

Related posts