Cosenza Calcio

Cosenza-Pescara: le pagelle

Fiore in cattedra. De Rose un “dobermann” e Danti devastante. Il Pescara si inchina. La squadra di Toscano tatticamente perfetta.

fiore_foto_mannarino

Stefano Fiore, per lui oggi primo gol al San Vito (foto mannarino)

Un Cosenza sontuoso. Rifilata la prima sconfitta stagionale al Pescara che, fino ad ora, aveva sempre sorriso in giro per l’Italia. Al San Vito, però, la squadra di Cuccureddu ha dovuto fare i conti con la sagacia tattica di Fiore pronto a deliziare il palato dei tifosi con tocchi d’alta scuola. L’ex nazionale ha preso per mano la sua squadra e, grazia anche al lavoro oscuro di De Rose, ha dettato i tempi del gioco riuscendo finanche a siglare la sua seconda rete consecutiva. Per Pinzan una giornata tranquilla (il Pescara non è mai stato pericoloso) e tutta da godersi. Al Cosenza tre punti meritati e la consapevolezza di essere tra le “grandi” di LP1/B.
PINZAN: voto 6. Passa una giornata tranquilla. Il Pescara va al tiro, per la prima volta, al 17′ della ripresa. Coraggioso in un’uscita nel primo tempo quando, sugli sviluppi di un corner, riesce ad anticipare Ganci.
MUSCA: voto 7. Puntuale in fase difensiva. Quando spinge fa male. Al 10′ da un suo cross nasce il gol di Danti. Soffre quando viene puntato in velocità ma fa quel che può.
DI BARI: voto 7. Gioca una gara perfetta. Ganci è costretto a girargli alla larga. Nel gioco aereo è insuperabile. E quando Maggiolini lascia la posizione è lui a chiudere in copertura. Tatticamente molto intelligente.
PORCHIA: voto 7. Una gara giocata con grande sagacia tattica. Controlla prima Sansovini e poi Ganci anticipandoli sistematicamente. Di sicuro la sua migliore prova stagionale.
BERNARDI: voto 6,5. Inizialmente si limita a controllare Bonanni. E questo lo rende poco propositivo. Nella ripresa cambia marcia e a beneficiarne è tutta la squadra.
MAGGIOLINI: voto 7. Un treno inarrestabile. Viaggia con una costanza disarmante quasi fosse un maratoneta. Così come Bernardi cresce molto nella ripresa quando il Pescara gli concede metri e spazio.
DE ROSE: voto 7. Una roccia. Si posiziona davanti la difesa e riesce a coprire gli spazi in maniera eccezionale. Un lavoro oscuro il suo ma proficuo. Con Fiore al suo fianco diventa quel “dobermann” capace di consentire proprio all’ex nazionale di salire in cattedra.
FIORE: voto 8. Un giocatore di altra categoria. Secondo gol consecutivo e la consapevolezza che, con lui in campo, il Cosenza può davvero ambire a traguardi importanti. Il gol corona una prestazione sontuosa.
CACCAVALLO: voto 6,5. Dinamico. Spazia da sinistra al centro cercando di mettere in difficoltà il Pescara tra la linea di centrocampo e di difesa. Clamoroso l’errore davanti a Pinna. Simile all’occasione sbagliata da Biancolino domenica scorsa a Cava.
BIANCOLINO: voto 6,5. Lotta, sgomita e fa da sponda. Spesso si sacrifica. Oggi è stata una giornata senza gol ma il giocatore va premiato per la prestazione generosa.
DANTI: voto 7. Funambolico e goleador. L’inserimento sul primo gol è da giocatore di categoria superiore. Quando può sguscia via, dimostrando di essere ritornare il Danti che faceva stropicciare gli occhi a tutti (anche agli avversari).
ALL. NAPOLI (sost. Toscano): voto 8. Gara studiata nei minimi particolari. Il Cosenza blocca le fasce laterali e il Pescara va in tilt. La mossa di Fiore in mezzo al campo è da 10 e lode. L’ex nazionale delizia tutti e nei momenti topici sale in cattedra.

Subentrati
VIRGA: voto 6,5.
Entra con la giusta determinazione e serve a Fiore la palla del 2-0.
ROSELLI: voto SV.  Poco in campo per essere giudicato.

PESCARA:
Pinna 5,5; Zanon 5,5 (73 Dettori sv) Olivi 6, Mengoni 5,5,Petterini 6,5; Gesa 5,5, Tognozzi 6, Coletti 5,5, Bonanni 5; Sansovini 5 (63′ Zizzari 5), Ganci 5 (63′ Artistico5 ). A disp: Bartoletti, Sembroni, Zappacosta, Carboni. All Cuccureddu 5

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina