Tutte 728×90
Tutte 728×90

LP1/B: i numeri della dodicesima giornata

LP1/B: i numeri della dodicesima giornata

Il Verona dopo 11 anni ritorna in testa alla classifica. Giornata nera per le abruzzesi: il Pescara perde l’imbattibilità esterna dopo sette mesi, il Lanciano contestato dai tifosi dopo la terza sconfitta casalinga, il Pescina esonera il tecnico Cappellacci.

remondina_del_verona

Remondina ha riportato in auge il Verona

Tante emozioni condite da altrettanti gol (22). Battuto anche questa domenica il girone A (15) dove si è  segnato molto meno. Due le squadre che hanno calato il tris (Foggia e Ravenna) ed un’altra panchina che salta (quella di Cappellacci a Pescina). Verona e Ternana miglior attacco del girone (19) con gli scaligeri che si godono un altro primato essendo la miglior difesa (3) dopo dodici giornate. E a proposito del Verona. I gialloblù dopo 11 anni ritornato in vetta alla classifica. Non accadeva dalla stagione 1998/1999 in serie B quando la squadra di Prandelli riuscì a vincere il campionato conquistando una meritata promozione in serie A. Dal momento d’oro dei veneti al momento delicato del Lanciano e delle altre squadre abruzzesi (si salva solo il Goiualinova capace di strappare un pari ad Andria). La squadra di Pagliari, ieri pomeriggio, ha perso la terza gara casalinga. L’ira dei tifosi non si è fatta attendere e, per più di un’ora, la squadra abruzzese è stata costretta a barricarsi negli spogliatoi. Si ferma a sette mesi l’imbattibilità del Pescara di Cuccureddu in trasferta. Gli abruzzesi cadono al San Vito dopo una serie utile che durava dall’aprile scorso. E va ancora peggio al Pescina che torna a casa da Ravenna con le ossa rotte e senza allenatore. Nella serata di ieri, infatti, è stato esonerato il tecnico Cappellacci. Per ora la squadra è stata affidata al secondo De Feudis. Tornando ai numeri. Potenza e Foggia sono le peggior difese del torneo (19) mentre Cavese (7) ed Andria (9) hanno il peggior attacco. Per quanto riguarda, invece, il prossimo avversario del Cosenza, ossia il Rimini, c’è da segnalare che la squadra emiliana ha una media invidiale in casa con quattro vittorie, un pareggio ed una sconfitta (nove gol fatti e cinque subiti). Dei 16 punti in classifica i biancorossi ne hanno conquistato 13 tra le mura amiche. (p.b.)

Related posts