Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sole 24 Ore: al Cosenza 200 mila euro dalla Provincia

Sole 24 Ore: al Cosenza 200 mila euro dalla Provincia

Secondo un’inchiesta del giornale diretto da Riotta a tanto ammonta il contributo erogato, nella passata stagione, dall’Ente guidato da Oliverio. Cifra che verrà confermata anche per la stagione in corso.

perugini_oliverio_e_carnevale_foto_mannarino

Da sinistra Perugini (Sindaco di Cosenza), Oliverio (presidente della Provincia) e Carnevale (Presidente del Cosenza calcio) – foto mannarino

E’ dai tempi della serie B che l’Ente Provincia di Cosenza è vicina, fattivamente, alla squadra rossoblù (salvo la parentesi in serie D dal 2003 al 2008). Tutto iniziò dall’ex presidente della Provincia, Antonio Acri, che da grande tifoso decise di sponsorizzare il Cosenza con tanto di logo sulle maglie. Fu una delle prime squadre in Italia ad essere sponsorizzata da un’istituzione. Da allora, in serie B, nacque un binomio indivisibile Ente Provincia-Cosenza calcio. Poi, col fallimento e la serie D ci fu un periodo (sei anni) di black-out dovuto soprattutto alle mancanze delle diverse dirigenze dell’epoca (dalla Catizone fino ad Intrieri passando per Nucaro & c.). Infine il ritorno di fiamma dovuto soprattutto all’attuale dirigenza che, sin dall’inizio, ha confermato serietà soprattutto nei programmi che da allora ad oggi sono stati ampiamente rispettati. Questo ha spinto l’attuale presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, ad un riavvicinamento che ha coinciso con un ritorno in auge del calcio cittadino. Ma ritorniamo a bomba. Secondo un’inchiesta del Sole24Ore, riportata questa mattina anche dal quotidiano CalabriaOra, ammonterebbe a 200 mila euro il contributo erogato nella passata stagione dall’Ente Provincia di Cosenza alla squadra rossoblu. Una cifra che ha dato la possibilità all’attuale dirigenza di poter fare cassa in un momento tutt’altro che facile sotto un punto di vista economico. Quest’anno il binomio continua e la cifra, sempre secondo il noto quotidiano diretto da Gianni Riotta, sarà sempre di 200 mila euro. Insomma, 400 mila euro in due anni (poco più di 800 milioni delle vecchie lire) non sono poi così pochi se si pensa al periodo di crisi in cui viviamo. La speranza è che, seguendo l’esempio di Oliverio, ci siano altre istituzioni pronte a “promuovere” il progetto Cosenza. Del resto la squadra rossoblù è patrimonio di tutti. Un ritorno in serie B permetterebbe di ritrovare quella visibilità che qualcuno, in maniera scellerata, tolse al Cosenza in quel caldo e deprimente agosto del 2003. (Piero Bria)

 

Related posts