Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ultras, dal raduno di Joggi l’adesione alla manifestazione nazionale di sabato

Ultras, dal raduno di Joggi l’adesione alla manifestazione nazionale di sabato

Hanno aperto la discussione gli avvocati Lorenzo Contucci di Roma, Giandomenico Carino di Cosenza e Alessio Spadafora di Catanzaro. Stilato un documento alternativo a quello delle sigle della destra capitolina.

curva_nord2

La Curva Nord prima della protesta

Lo scorso 31 ottobre la Curva Nord Cosenza (assente dai gradini del San Vito in segno di protesta contro le leggi in materia di ordine pubblico durante le manifestzioni sportive) ha organizzato un raduno ultras al quale hanno partecipato diverse tifoserie provenienti da tutto lo stivale. Un dibattito serrato che ha visto scontrarsi verbalmente i partecipanti sul tema caldo del momento: la Tessera del Tifoso. Gruppi di supporter sono giunti in Calabria sin da Udine, Arezzo, Cava de’ Tirreni… per porre le basi di una discussione alternativa ed indipendente da quella che le sigle romane (e di estrema destra più in generale) portano avanti da un po’ di tempo. In vista della nuova manifestazione nazionale che si terrà proprio nella capitale sabato prossimo, è stato stilato un documento unitario che mette al bando ogni connotazione ideologica a favore di un’impronta prettamente ultras. Gli organizzatori, inoltre, hanno fatto sapere che il tavolo di discussione di Joggi è stato solo il primo di una lunga serie. Ecco il testo integrale giunto in redazione di quanto pattuito nel meeting: “Un raduno  partecipato e vissuto, quello tenutosi il 31 ottobre scorso a Joggi, contro la Tessera del Tifoso, con un sano confronto dialettico che ha visto protagoniste diverse tifoserie provenienti dalla serie A ai Dilettanti, dall’estremo nord al profondo sud. La giornata è stata dedicata ad Ettore e a tutti gli ultras scomparsi che sarebbero stati al nostro fianco in questa lotta. Gli Avvocati Contucci di Roma, Carino di Cosenza e Spadafora di Catanzaro hanno aperto la discussione esponendo le novità che la tessera del tifoso sta subendo con il passare del tempo. In seguito i rappresentanti delle varie tifoserie hanno dato vita ad un lungo dibattito acceso e costruttivo. Nonostante le diversità di vedute e di opinioni, si è arrivati alla consapevolezza che bisogna essere uniti per riuscire a contrastare queste leggi repressive di cui tutti, senza distinzione di categoria, di colori e di credo politico, subiamo le conseguenze. La decisione unitaria che è scaturita dall’incontro è quella di partecipare alla manifestazione nazionale, organizzata per il 14 novembre a Roma, tutti uniti, dietro uno striscione unico, in forma anonima o con una maglietta bianca con scritta “No alla Tessera del Tifoso”. Per sottrarci a strumentalizzazioni di qualunque tipo, abbiamo deciso di portare sul petto il nostro messaggio  scrivendolo con carattere arial e colore blu scuro e per dare un idea di maggiore unità abbiamo scelto di evitare il nome della città di provenienza, della squadra o del gruppo organizzato. Abbracciamo questa iniziativa per dare un segnale forte e tangibile del fatto che, in questo particolare momento, l’unica cosa che conta è il nostro essere ultras, al di là di tutte le differenze e i campanilismi. Questa decisione non vuole essere un punto d’arrivo ma la partenza per ulteriori forme di protesta, come concordato“. Questi per ora i firmatari del documento, ma pare che siano in arrivo tutte le altre:

 

CURVA NORD COSENZA ULTRAS
CURVA NORD TARANTO (gruppo zuffa, ultraspaz, krazy group, ultrà cop, psiko group)
CURVA NORD MONOPOLI
CUCS BARLETTA
BOTHERS NOCERA
FASANO ULTRAS e ALLENTATI FASANO
CURVA SUD MANFREDONIA (mentalità sipontina, orgoglio e passione)
VIKING SESTO SAN GIOVANNI
VELLETRI ULTRAS
ULTRAS TAURISANO 1990
CURVA SUD GALLIPOLI
BOYS CASALE
NDI ISOLA LIRI
LECCO ULTRAS
NOVOLESI
AQ MATERA
ULTRAS CASTRO 1988
ULTRAS GIARRE 1992
BRIGATA NORMANNA MELFI
NUCLEO 2000 ULTRAS SAN MARINO 

Related posts