Tutte 728×90
Tutte 728×90

LP1/B: aspettando la tredicesima giornata

LP1/B: aspettando la tredicesima giornata

Il big-match tra Pescara e Verona si giocherà domani sera davanti alle telecamere di Raisport Più. Oggi riflettori puntati su Portogruaro-Taranto e Ternana-Ravenna.
 

noviello_ternana

Noviello della Ternana

In attesa della partitissima dell’Adriatico di domani sera, Pescara e Verona straranno a guardare la tredicesima giornata di campionato che prevede incroci interesanti. Quello che potrebbe segnare la svolta per l’una o l’altra squadra è Portogruaro-Taranto, ma anche Ternana-Ravenna vale la pena di essere seguita. Dalla sfida Spal-Lanciano potrebbe uscire il nome di una formazione che ha ancora ambizioni di playoff, mentre il Foggia va a fare visita ad una Valle del Giovenco in crisi che, dopo aver ingaggiato Bonetto per la panchina, deve guardarsi da bomber Salgado. Ecco tutte le sfide, partita per partita:
CAVESE-POTENZA Al Lamberti la Cavese cerca punti per risalire la classifica, dopo la sconfitta subita nel finale in occasione del posticipo di Taranto. Il Potenza, con il ritorno in panchina di Capuano, ha infilato una serie di belle prestazioni e nel turno scorso ha ceduto a Ravenna solo di misura. I blufoncè, che in casa sono imbattuti, hanno le carte in regola per assicurarsi la vittoria contro un avversario che lontano dal Viviani ha centrato solo due pareggi.
GIULIANOVA-REGGIANA Il giovane Giulianova di Bitetto ha tutte le intenzioni di dare un seguito al punto esterno conquistato ad Andria. Al Rubens Fadini arriva la Reggiana, il cui rendimento esterno è stato finora mediocre (3 pareggi e 2 sconfitte). I giuliesi, in casa, hanno vinto una sola volta. 
PESCARA-VERONA Si gioca lunedì sera in diretta tv su Rai Sport Più. Peccato per la decisione del Casms, che ha vietato la trasferta ai tifosi gialloblù. Una decisione apparsa incomprensibile ai più, per i modi e i tempi con i quali è sopraggiunta. Un’occasione sprecata per vedere, finalmente, una gara all’altezza della Prima Divisione nazionale tra due squadre con organici di spessore e sostenute da un pubblico che non ha uguali nella categoria (e non solo). L’ennesimo spot andato a vuoto, per la terza serie del presidente Mario Macalli sempre più confinata in un incredibile ghetto mediatico. Ma il calcio moderno è (è stato) capace di autolesionismi ben peggiori di questo. Partita da tripla, alla quale il Verona arriva con una serie di primati da far paura.
VALLE DEL GIOVENCO-FOGGIA La Valle del Giovenco, giunto al terzo cambio in panchina della stagione (Perrone, poi Cappellacci e da questa settimana Bonetti), ospita un Foggia da prendere con le molle e reduce dal travolgente successo allo Zaccheria con il Rimini. I rossoneri sono guidati da un Salgado in gran forma, ma tutta la squadra sembra aver ripreso fiato dopo una serie di partite andate storte. Non sarà facile, per il nuovo tecnico dei marsicani, esordire con una vittoria.
PORTOGRUARO-TARANTO Il Portogruaro di mister Calori è chiamato a invertire il trend negativo delle ultime partite nel confronto interno con il Taranto. Un avversario davvero ostico, anche se finora la squadra di Brucato non ha pienamente convinto né divertito. Nel posticipo con la Cavese la vittoria è arrivata solo nel finale di gara (gol del discusso Correa) e il patron D’Adderio ha confessato di essersi un po’ annoiato. Nonostante ciò gli jonici hanno fatto irruzione nell’area playoff e hanno un organico di grande spessore tecnico.
REAL MARCIANISE-ANDRIA Il Real Marcianise, dopo la onorevole sconfitta rimediata al Bentegodi con l’Hellas, cerca ancora la prima vittoria stagionale al Progreditur. L’Andria, che in trasferta ha raccolto solo un pareggio, rappresenta (quanto meno sulla carta) l’avversario giusto per rompere un tabù che inizia a pesare non poco sulla classifica del club campano.
SPAL- LANCIANO La Spal intende bissare con il Lanciano il successo di domenica scorsa ottenuto  contro il Portogruaro, grazie alla rete nel finale di Bazzani, che ha spezzato il tabù Mazza. I frentani di mister Dino Pagliari, nettamente battuti in casa dalla Ternana, cercano la rivincita. Gli estensi di Dolcetti dovrebbero comunque farcela.
TERNANA-RAVENNA Chiude la giornata Ternana-Ravenna, che si giocherà in un Liberati finalmente ricolmo di tifosi come non avveniva da tempo (secondo le notizie che arrivano dalla città umbra). I rossoverdi di Baldassarri sono reduci da un filotto di tre vittorie (due consecutive in tasferta) che ha riacceso l’entusiasmo sopito dei suoi sostenitori. I romagnoli, in trasferta, sono abbastanza incisivi (2 vittorie, 1 pareggio, 3 sconfitte) e mister Esposito non vorrebbe tornare a casa a mani vuote.

Related posts