Cosenza Calcio

LP1/B: i commenti della tredicesima giornata

La sincerità di Calori (Portogruaro): “Siamo stati fortunati”. La delusione di Brucato (Taranto): “Sconfitto il miglior Taranto della stagione”. Questi gli umori dei protagonisti in attesa del posticipo tra Pescara e Verona (ore 20,45 RaisportPiù).

mister_calori_del_portogruaro

Alessandro Calori (43) tecnico del Portogruaro

La Ternana si gode la vetta. La vittoria sul Ravenna permette agli umbri di risucchiare punti su Pescara o Verona o su entrambe. Tutto dipenderà da stasera quando all’Adriatico (ore 20,45 RaisportPiù) si sfideranno le squadre più accreditate al salto di categoria. Cuccureddu mischia le carte dopo la debacle di Cosenza, Remondina ha molto assenze (da Farias fino al bomber Selva). Nel frattempo ieri hanno sorriso in tanti. Tra questi anche Calori che col suo Portogruaro si trova lì con le grandi a lottare per il primato. Nelle zone basse di classifica incredibile l’ultimo posto dell’Andria. I pugliesi, dopo quattro risultati utili consecutivi, tornano a mani vuote dalla Campania e con l’ultimo posto in graduatoria. Esordio con vittoria per il neo tecnico del Pescina, Dario Bonetti. Questi i commenti dopo la tredicesima giornata :
GIULIANOVA-REGGIANA (1-0). Torna al successo il Giulianova di mister Bitetto dopo oltre 2 mesi: era infatti la quarta giornata di campionato quando si espugnava il campo del Marcianise. Da allora il Giulianova ha collezionato ben sei pareggi e 2 sconfitte risultati che lo avevano condotto ai margini della zona play-out. La vittoria risulta ancora più importante anche alla luce delle vittorie delle dirette concorrenti alla salvezza (Potenza, Pescina e Marcianise). Mister Bitetto a fine gara entusiasta. “Questi tre punto sono importantissimi in ottica salvezza e ci permettono di guardare alla prossima sfida con ottimismo”. Di umore opposto il tecnico emiliano Dominissini. “Abbiamo pagato dazio su una delle poche sortite offensive degli abruzzesi. Non giudico il fallo da rigore ma dovevamo essere più lesti nella respinta. E invece ci siamo fatti beffare vanificando la prodezza del nostro portiere”.
REAL MARCIANISE-ANDRIA (3-0). Tomi, Pozziello e Manco; questi i nomi dei giustizieri dell’Andria in terra campana. Il Real Marcianise ha così interrotto la serie di 4 risultati utili consecutivi degli uomini di Papagni. Boccolini è su di giri. “Una prova di carattere contro una diretta concorrente. Una vittoria rotonda e che poteva essere ulteriormente pesante se Della Ventura non avesse sbagliato il rigore. Ma va bene ugualmente. Ci godiamo i tre punti ed il fatto che abbiamo abbandonato l’ultimo posto in classifica”. Ultimo posto che ora è occupato dall’Andria. Ma Papagni non ci sta. “E’ stata una gara strana. Troppi i nostri errori. Dopo quattro risultati utili consecutivi è strano trovarsi ultimi. Dovremo immediatamente invertire la rotta e ritornare sugli standard che ci hanno consentito di risalire in classifica”.
CAVESE-POTENZA (0-1). Una rete di Vanacore ad inizio ripresa fa splendere la luce sul Potenza. Il centrocampista è entusiasta. “Fa piacere segnare ed ancor di più contribuire alla conquista dei tre punti della propria squadra. Meritavamo un successo importante”. Sulla stessa linea d’onda Capuano che si gode i due successi in quattro giorni. “In Coppa Italia a Verona e in campionato a Cava de’ Tirreni siamo riusciti finalmente a far fruttare i tanti sforzi a cui settimanalmente i ragazzi si sottopongono. Avevamo preparato questa sfida nei minimi dettagli. E alla fine la vittoria è stata una conseguenza”. Deluso il tecnico campano Maurizi. “Potevamo sfruttare meglio alcune occasioni. Ed invece siamo stati puniti severamente.
PESCINA-FOGGIA (2-0). Esordio con vittoria per il neo tecnico Bonetti. Choutos e Berra regolano un Foggia timido e quasi mai pericoloso. In attesa del bomber Spinesi (nelle prossime ore l’attaccante dovrebbe definitivamente accettare l’offerta del club abruzzese) il Pescina vince e convince a differenza della passate settimane. Così Bonetti. “Questa è una squadra costruita per fare bene. Certo è che bisognerà lavorare molto per limare alcune situazioni. Ma è giusto dire che ci sono giocatori che possono fare la differenza”. Telegrafico il tecnico del Foggia, Porta. “Dobbiamo essere più cattivi”.
PORTOGRUARO-TARANTO (1-0). La Laguna fa male al Taranto. La squadra di Brucato torna con le ossa rotte da Venezia anche se, a dire la verità, il pareggio non sarebbe stato un oltraggio per quanto visto in campo. Raggiante in volto il tecnico del Portogruaro, Calori, che sottolinea. “Sono contento della prestazione fornita dai miei ragazzi contro una squadra importante come il Taranto. Devo dire che la mia squadra ha espresso un buon gioco e ha fatto tutto ciò che avevo chiesto. L’unica differenza rispetto alle ultime uscite è che questa volta siamo stati un po’ più fortunati”. Di umore opposto Brucato che però precisa. “E’ una sconfitta che nasce da una piccola disattenzione che ci è costata la gara. Nel primo tempo credo che si sia visto il miglior Taranto da quando ne sono io l’allenatore. Tornare a casa avendo fatto una buonissima gara e con zero punti dà molto fastidio. Lunedì contro la Cavese abbiamo giocato peggio, portando a casa la vittoria. Oggi le squadre erano lunghe e forse anche un pareggio poteva anche starci. Purtroppo è la legge del calcio”.
SPAL-LANCIANO (0-1). Quarta sconfitta su sette gare interne per la Spal. Per il Lanciano l’ennesima conferma in trasferta (due vittorie e cinque pari) dove gli uomini di Pagliari non hanno mai perso. Vibranti le proteste dei padroni di casa sul fallo da rigore commesso da Bedin su Masini e trasformato da Improta al 28′. Così Dolcetti a fine gara. “Gli episodi per l’ennesima volta non ci sono stati favorevoli. Vorrei rivedere l’azione del rigore. Non sono così convinto che fosse da fischiare. Nella ripresa abbiamo cercato il pari concedendo qualcosa a loro. Purtroppo, però, non siamo stati fortunati come nell’occasione di Marongiu che ha colpito la traversa”. Invece per Pagliari finalmente una vittoria che riaccende le speranze. “Siamo a tre punti dai play-off. Questo significa che in casa dovremo raccogliere i punti necessari per tentare il salto di qualità che la gente si aspetta da noi. Io sono fiducioso”.
TERNANA-RAVENNA (1-0). Un gol lampo e il Ravenna è costretto a masticare amaro. Noviello il match winner di una sfida tirata fino all’ultimo. Baldassarri si gode il primato. “La vetta? Aspettiamo il posticipo e poi vediamo. Conquistare questa vittoria era importante perché, in virtù proprio della sfida tra Pescara e Verona, sapevamo di poter risucchiare qualche punto ad una delle due o ad entrambe. La gara? Bravi noi ad entrare subito in partita e poi a saperci difendere in maniera ordinata. Il Ravenna è stato un osso duro”. Esposito, invece, non ci sta. “Credo che il pari fosse il risultato più giusto. Soprattutto nella ripresa siamo stati noi a fare la gara. La Ternana, trovato subito il gol, si è difesa egregiamente. Anche se i miei potevano sfruttare meglio qualche occasione su palla inattiva”.
PESCARA-VERONA (posticipo ore 20,45 RaisportPiù). Giornata cruciale per il Pescara. Vincere significa dare il primo dispiacere stagionale al Verona, diretta concorrente alla promozione, ed agganciare proprio gli scaligeri al secondo posto in classifica. All’Adriatico previsti circa 13.000 spettatori (di cui un migliaio ospiti). Tra gli abruzzesi fuori Medda e Romito. In avanti Cuccureddu si affida alla coppia Zizzarri-Ganci. Dall’altra parte Remondina sa bene che superare questo scoglio è fondamentale. L’allenatore gialloblù dovrà rinunciare a Selva (capocannoniere del girone B di Prima Divisione) che verrà sostituito da Colombo. Forfait di Farias, Garzon, Campagna e Massoni. (Carlo Bilami)
Queste le probabili formazioni:
PESCARA (4-4-2): Pinna; Zanon, Olivi, Mengoni, Vitale; Gessa, Coletti, Dettori, Bonanni; Ganci, Zizzarri. A disp: Bartoletti, Sembroni, Carboni, Tognozzi, Verratti, San­sovini, Artistico. All: Cuccureddu.
VERONA (4-3-3): Rafael; Cangi, Comazzi, Ceccarelli, Pugliese; Russo, Esposito, Pensalfini; Berrettoni, Co­lombo, Rantier. A disp: Ingrassia, Anselmi, Bertolucci, Campisi, Jorginho, Ciotola, Gomez. All: Remondina.
ARBITRO: Baratta di Salerno (Argiento/Posado)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina