Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Ternana: i precedenti

Cosenza-Ternana: i precedenti

Sedicesimo confronto in riva al Crati tra le due formazioni. I silani non vincono in casa, contro gli umbri, da un quarto di secolo (un gol di Marulla decise la sfida).

cosenza-ternana1

Campionato 1997-98: un’azione di gioco di Cosenza-Ternana (foto pescatore)

Cosenza e Ternana si incontreranno domani nella città dei Bruzi per la sedicesima volta. Nei precedenti 15 incontri, la squadra silana ha ottenuto quattro vittorie e nove pareggi; due le vittorie degli umbri. Perfetta parità nelle reti: 14-14. La prima volta nella stagione di serie B 1946-47; il 22 dicembre, la formazione allenata da Attilio Demaria, cede l’intera posta in palio ai rossoverdi per 3-2. In vantaggio per due reti con Cardinali al 5′ e Moretti al 41′, i silani riescono a riequilibrare le sorti dell’incontro in due minuti con Tapparello (42′) e Demaria (44′). Nella ripresa, complice il portiere Caruso, segna ancora Moretti al 58′. Nel campionato successivo (1947-48), sempre in serie B, arriva la prima vittoria. Il 30 maggio, alla quart’ultima giornata, Ragona al 39′ porge a Bruno I che segna con un tiro dal basso verso l’alto. Al 70′ il difensore umbro Lestini salva sulla linea ed un minuto dopo Crola fallisce il rigore del raddoppio. Le due squadre si ritrovano dopo quasi vent’anni, esattamente l’1 ottobre 1967. 0-0 il risultato finale; polveri bagnate per gli avanti silani che cozzano contro il dispositivo difensivo messo in piedi dall’undici di Corrado Viciani, ordinato ma troppo rinunciatario. Bisogna aspettare altri quattordici anni per assistere al quarto incontro. Nel 1980-81, alla penultima giornata, il 31 maggio, il Cosenza vince la partita della speranza. Al 35′ Zottoli chiama in causa Renzetti che dosa un passaggio filtrante per Labellarte, appostato al limite dell’area. L’attaccante riceve e supera Codogno, che non trova di meglio che placcare il rossoblu spingendolo a terra in piena area. L’arbitro non ha esitazioni ed indica il dischetto. Gli sportivi sono in piedi con il fiato sospeso, Renzetti sistema la palla e scaglia un freddo e potente sinistro che trafigge Nuciari. Sulle gradinate campeggia una scritta: “Cosenza non vuole retrocedere”. Sette giorni dopo, la squadra silana è battuta a Cava de’ Tirreni (che conquista la serie B) per 3-1 e retrocede in serie C2. Nel 1982-83 termina in parità, 1-1; segna Conte dopo 12′, pareggia Mocellin al 33′.

cosenza-ternana2

La formazione della Ternana al “San Vito” nel campionato 1997-98 (foto pescatore)

Nella stagione successiva la terza vittoria per i lupi; al 10′ Petrella imbecca sulla destra Tripepi che indirizza a rete, la sfera sfugge al portiere tuffatosi in avanti, colpisce la base del palo e termina sul fondo. Dalla bandierina esegue Maniero, perentorio stacco di Nicolucci che colpisce di piena fronte ed insacca di precisione. Al 70′ il raddoppio: Renzetti pennella dalla tre quarti, Frigerio scatta sul filo del fuorigioco e con freddezza beffa De Luca in uscita scavalcandolo con un delizioso pallonetto; gli umbri protestano per un inesistente fuorigioco, ma l’arbitro indica il centro del campo. A 10′ dal fischio di chiusura, Paolucci accorcia le distanze su azione piuttosto confusa: cross dalla destra di Raggi, Busi si tuffa ma non trattiene, riprende Raggi e serve al centro, la palla urta Marozzi, carambola su Paolucci, incoccia sul secondo palo e rotola nel sacco. Nel 1984-85 la quarta ed ultima vittoria silana. L’undici novembre, il bomber Gigi Marulla al 70′ regala agli 8.000 spettatori presenti la gioia della vittoria. Seguono sette pareggi, cinque in serie B e due in serie C1, quattro per 1-1, due per 0-0 ed uno per 2-2, quest’ultimo nel 2001-02. Doppio vantaggio per la squadra rossoblu con Zaniolo al 38′ ed al 58′ (p.t.); nel secondo tempo entra Nappi, l’incubo dei tifosi cosentini, ed in quattro minuti (dal 69′ al 73′) porta i rossoverdi sul pari. L’ultima partita a Cosenza nell’anno del fallimento; il cinque aprile 2003, a pochi giorni di distanza dall’arresto del presidente Pagliuso, la Ternana segna tre reti con Brevi al 3′, Borgobello all’83’ e Nicola al 91′. (Ernesto Pescatore)

Related posts