Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Questa creatura la sento mia”

Toscano: “Questa creatura la sento mia”

L’allenatore silano nell’analizzare la gara precisa: “E’ stato un Cosenza determinato. E si è giocato anche meglio di due settimane fa contro il Pescara”. E su Fiore afferma: “Quando sta bene può anche giocare in porta”.

mister_toscano_foto_mannarino

Mimmo Toscano (38) (foto mannarino)

Viso disteso. I tre punti erano l’unica medicina possibile. Mimmo Toscano (38) lo sa bene. E a chi lo dava per partente, dopo un inizio poco idilliaco, sottolinea. “Un allenatore deve essere sempre con la valigia pronta. E’ il nostro mestiere. Volevamo la mia testa? E’ il gioco delle parti. Seppur dopo due campionati vinti si è sempre in discussione”. Un Toscano sereno quello che commenta l’ottima prova dei suoi. “Mi è piaciuto l’approccio alla gara. Abbiamo messo in chiaro sin da subito quello che volevamo. I tre punti sono stati una conseguenza”. Dopo lo splendido primo tempo, i silani hanno un po’ tirato il fiato nella ripresa. “Abbiamo sofferto ma sinceramente l’atteggiamento mi è piaciuto. Sicuramente è stata la migliore gara sino ad ora. Anche più bella di quella col Pescara. E il fatto che sappiamo soffrire è un altro aspetto che mi fa ben sperare. A volte bisogna saper lottare e soffrire per conquistare qualcosa di importante”. Ora, inutile nasconderlo, serve continuità. “E’ fondamentale fare punti a Ravenna. La continuità dei risultati deve essere il nostro obiettivo principale. In Romagna, purtroppo, non è che giri un gran bene quest’anno. Cercheremo di sfatare l’ennesimo tabù”. Il Cosenza grande contro le grandi. Non è uno slogan, bensì quello che questo inizio di campionato ha messo in evidenza. “E’ vero. Ma adesso credo che la squadra debba capire che si può perdere contro chiunque e viceversa. Non bisogna essere così cattivi e determinati solo quando si gioca contro squadre d’alta classifica. La concentrazione deve essere massima in ogni gara e contro qualunque avversario”. Chiusura su Fiore. Con lui il Cosenza ha fatto passi da gigante. “Giocatore importante. La sua posizione? L’abbiamo decisa insieme. Certo, se Fiore sta bene può giocare anche in porta”. (p.b.)

Related posts