Tutte 728×90
Tutte 728×90

Calcioscommesse: in manette il patron del Potenza e altri otto

Calcioscommesse: in manette il patron del Potenza e altri otto

Il presidente del club lucano, Giuseppe Postiglione, è stato arrestato questa mattina. Il provvedimento restrittivo riguarda il reato di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. Sarebbero state truccate delle gare.

postiglione_potenza

Giuseppe Postiglione, patron del Potenza

Nove le persone arrestate, una delle quali è considerata esponente di rilievo della criminalità organizzata. Otto sono in carcere e una si trova agli arresti domiciliari. Le accuse sono quelle di associazione per delinquere finalizzata alle frodi nelle competizioni sportive, legate a un giro di scommesse illecite e altri gravi reati. Gli arresti sono stati ordinati dal GIP di Potenza, Rocco Pavese, su richiesta del Pubblico Ministero della Direzione distrettuale antimafia di Potenza, Francesco Basentini. Le indagini e i relativi reati hanno riguardato una partita del campionato di Serie B del 2007-2008 (secondo un comunicato Ansa si tratterebbe di Ravenna-Lecce del 26 aprile 2008, finita con il risultato di 3-1 per la squadra pugliese)  e un certo numero di gare (si parla di almeno sei-sette incontri) del girone B del campionato di Prima Divisione della Lega Pro, queste ultime tutte giocate nel corso della stagione 2008-2009. Secondo quanto si è appreso finora si tratterebbe di un giro di scommesse, giocate in punti “regolari” della rete, su partite il cui risultato finale sarebbe stato già a conoscenza del presidente del Potenza Giuseppe Postiglione. In una dichiarazione rilasciata all’Ansa il comandante provinciale dei Carabinieri di Potenza, tenente colonnello Domenico Pagano, riferendosi all’inchiesta (le indagini sarebbero partite a far capo dal 2007) che ha portato all’arresto del presidente del Potenza Giuseppe Postiglione e delle altre otto persone ha dichiarato: “Posso dire soltanto che si è trattato di un’indagine molto complessa. Non stiamo parlando soltanto di scommesse”. (fonte: calciopress/ansa)

Related posts