Tutte 728×90
Tutte 728×90

Carnevale jr: “Troppi punti lasciati per strada”

Carnevale jr: “Troppi punti lasciati per strada”

Il direttore amministrativo sull’andamento della squadra in trasferta: “Ci servirebbe un po’ più di fortuna quando ci allontaniamo dallo stadio San Vito”. E poi precisa: “Questo Ravenna non andrà ai play-off”.

ernesto_carnevale_paletta_mirabelli

Da sinistra: Ernesto e Giuseppe Carnevale, Damiano Paletta e Massimo Mirabelli

Una giornata da dimenticare. Possibilmente in fretta. La pensa così il direttore amministrativo, Ernesto Carnevale. Il figlio del presidente nell’analizzare il match del “Benelli” sottolinea. “Sinceramente ho visto un buon Cosenza. Una gara ben giocata dai nostri. Il primo tempo abbiamo collezionato più palle gol che nella ripresa. Ed è assurdo che siamo andati negli spogliatoi sotto di tre reti”. L’Emilia non porta fortuna al Cosenza di Toscano. La pensa allo stesso modo Carnevale jr. “Quando veniamo in Emilia, c’è poco da fare, le cose girano storte. Per quanto riguarda la sfida col Ravenna sapevamo di soffrire sulle palle inattive. Purtroppo alcune defezioni (Di Bari e Fanucci, ndr) hanno pesato. Loro sulle palle inattive hanno giocatori difficili da marcare. Poi, nella ripresa abbiamo concesso poco ma non è servito nulla”. Ma la gara odierna è stata viziata soprattutto dall’errore di Biancolino che ha sciupato clamorosamente un calcio di rigore sullo 0-0. “Segnarlo avrebbe cambiato la partita – dice Carnevale -. Questi sono segnali che la partita non si sta mettendo bene. Però, quantomeno oggi nessuna delle squadre di testa ha vinto e questo ci da sollievo. In un certo senso aspettano segnali da noi. E domenica dobbiamo riprendere la marcia per cercare di rientrare nuovamente in zona play.off”. Poi, sulla caratura del Ravenna sottolinea. “Non credo che lotterà per i play-off. Non me ne vogliamo ma credo che nel girone di ritorno troveremo un Ravenna non nella zone alte. La reputo una squadra modesta”. A chi gli chiede di dare un giudizio sul girone di andata che sta per concludersi dice. “Abbiamo lasciato punti contro squadre alla nostra portata. Vedi Andria, Cava. Mentre con le squadre più quotate abbiamo giocato un buon calcio e riuscendo a conquistare tutta la posta in palio. Allo stesso tempo, però, devo dire che abbiamo disputato un buon girone d’andata. Ci servirebbe un po’ più di fortuna quando ci allontaniamo dallo stadio San Vito. Come l’ha presa mio padre? L’ho sentito  a fine primo tempo e mi ha detto che quando le partite vanno in un certo verso è difficile riprenderle. E del resto così è stato”. (c.b.)

Related posts