Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice sportivo: multa salata per il Cosenza e Bernardi squalificato

Giudice sportivo: multa salata per il Cosenza e Bernardi squalificato

La società silana dovrà sborsare 3.000 euro per l’esplosione dei petardi lanciati dai tifosi durante la partita contro il Ravenna. Insieme al laterale rossoblù squalificati altri dieci giocatori.

designazioni_arbitrali1Tredicimila euro e solo nel girone B della Lega Pro. Multe salate e che arricchiscono le casse della Lega. A farne le spese le società che dovranno versare soldini per le intemperanze dei propri tifosi. Tra queste il Cosenza che è stato multato di 3.000 euro “perché – riporta la nota del giudice sportivo – propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere due petardi di notevole potenza, uno nel proprio settore e l’altro sul terreno di gioco, nelle adiacenze del portiere della squadra avversaria, senza conseguenze”. Ad essere presa di mira soprattutto la Cavese (multata di 4.500 euro) e che si è vista squalificare un dirigente, il massaggiatore ed un giocatore. Il Cosenza, invece, nel match contro il Portogruaro non potrà contare su Alex Bernardi appiedato per un turno causa recidività in ammonizione. Queste le decisione del giudice sportivo dopo 15esima giornata di LP1/B:
SOCIETA’ AMMENDA
€ 4.500,00 CAVESE perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore due petardi, senza conseguenze, ed accendevano cinque fumogeni; gli stessi verso il termine della gara esponevano uno striscione contenente scritte incitanti alla violenza; per indebita presenza negli spogliatoi, al termine della gara, di persona non identificata, ma riconducibile alla società, la quale rivolgeva ad un assistente arbitrale reiterate frasi offensive.
€ 3.000,00 COSENZA perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere due petardi di notevole potenza, uno nel proprio settore e l’altro sul terreno di gioco, nelle adiacenze del portiere della squadra avversaria, senza conseguenze.
€ 3.000,00 VERONA perché propri sostenitori, in campo avverso durante la gara, intonavano cori inneggianti alla discriminazione territoriale (recidiva).
€ 1.500,00 PESCARA perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel recinto di gioco un petardo di notevole potenza, senza conseguenze; gli stessi durante la gara intonavano cori offensivi verso l’istituzione calcistica.
€ 1.000,00 TARANTO perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore tre petardi di notevole potenza e accendevano tre fumogeni, senza conseguenze.
SQUALIFICA DIRIGENTE
Inibizione fino al 31 DICEMBRE 2009 per VIRNO ROSARIO (CAVESE) per comportamento offensivo verso l’arbitro durante la gara (espulso).
SQUALIFICA MASSAGGIATORE PER DUE GARE EFFETTIVE
AURINO MARIO (CAVESE) per comportamento offensivo verso un assistente arbitrale durante la gara.
CALCIATORI ESPULSI SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE
DI BERARDINO STEFANO (PESCINA) per avere colpito un avversario che gli contendeva il pallone, con una violenta manata al volto.
POLANI ENRICO (POTENZA) per atto di violenza verso un avversario con il pallone non a distanza di gioco.
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE
GESSA ANDREA (PESCARA) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
MAMMARELLA CARLO (LANCIANO) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE (IV INFR)
FARINA ALESSANDRO (CAVESE)
BERNARDI ALESSANDRO (COSENZA)
GARZON STEFANO (VERONA)
CATANIA EMANUELE (POTENZA)
ALESSI GIUSEPPE (REGGIANA)
BAZZANI FABIO (SPAL)
MIGLIACCIO VINCENZO (TARANTO)

Related posts