Tutte 728×90
Tutte 728×90

I tifosi del Cosenza nel mirino della Digos di Ravenna

Le intemperanze di alcuni tifosi del Cosenza al vaglio della Divisione investigazioni generali e operazione speciali.

 

curva_sud_col_pescinaSecondo quanto riferito dal sito www.romagnanoi.it, e riportato questa mattina anche da Calabria Ora, la polizia ha avviato una serie di accertamenti acquisendo le riprese-video delle telecamere di sicurezza. Sarà compito degli agenti Digos (divisione investigazioni generali e operazioni speciali) accertare se tra quelle immagini ci sono prove a carico di ultras rossoblù per il comportamento tenuto durante la gara della quindicesima giornata del campionato di Prima Divisione. L’attenzione degli investigatori è concentrata in particolare su due petardi (scoppiati all’inizio del secondo tempo) e uno striscione sfuggiti durante le operazioni di filtraggio compiute dalla polizia davanti ai cancelli dello stadio. Circa una sessantina di tifosi del Cosenza sarebbero arrivati in città senza biglietto. La normativa in materia di ordine pubblico negli stadi prevede che la vendita dei biglietti per il settore ospiti sia aperta fino al giorno prima della gara mentre per tutti gli altri settori sia aperta anche il giorno stesso della gara, fino al fischio d’inizio. Di fronte all’impossibilità di entrare in curva sud unendosi ai compagni già provvisti di biglietto, i sessanta si sarebbero divisi: una ventina avrebbero scelto di non entrare mentre una quarantina avrebbero scelto di entrare nei distinti dove per i supporter in trasferta esiste una zona riservata ma non separata da quelli locali e la cui gestione compete agli steward (le forze dell’ordine intervengono solo in caso discontri). Proprio nel settore distinti si sarebbero verificati gli episodi che hanno sollevato maggiore preoccupazione. (co.ch.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it