Tutte 728×90
Tutte 728×90

Biancolino spegne le polemiche: “Chiedo scusa per il mio gesto”

Biancolino spegne le polemiche: “Chiedo scusa per il mio gesto”

L’attaccante rossoblù torna sull’episodio accaduto ieri durante il match con il Portogruaro: “Ho risposto alle provocazioni ed ho sbagliato ma non merito questo trattamento”. E sulla partita contro i veneti: “Abbiamo saputo soffrire”.

biancolino_in_sala_stampa

Il bomber Raffaele Biancolino

Sette reti con la maglia del Cosenza ed il titolo di capocannoniere del girone B di Lega Pro sono un bottino di tutto rispetto per Raffaele Biancolino (32). Il pitone rossoblù anche contro i veneti ha timbrato il cartellino ma è stato coinvolto in uno spiacevole battibecco che ha visto interessati uno sparuto gruppo di tifosi presenti in tribuna B. L’attaccante napoletano, dalle frequenze di Rlb, è intervenuto durante il programma “Balla coi lupi” chiudendo di fatto tutte le polemiche venutesi a creare al termine della partita. “E’ stato uno spiacevole episodio. Chiedo scusa ai tifosi presenti in tribuna perché non dovevo fare quei gesti. Non vuole essere una giustificazione, però dall’inizio del match, anzi da qualche partita, vengo attaccato da qualche nostro sostenitore. Il caso per me è già chiuso perché il Cosenza ha cose più importanti a cui pensare”. Biancolino, per la cronaca, è stato bersagliato da qualche tifoso che forse non ha digerito il rigore fallito dalla punta nel match contro il Ravenna ma ogni critica appare fuori luogo per un calciatore che è andato in rete per ben sette volte dimostrando con il momentaneo titolo di capocannoniere di poter far grande l’attacco del Cosenza. Chiuse le polemiche e superato egregiamente l’ostacolo Portogruaro, la truppa di Toscano può dedicarsi alla delicata sfida con i pugliesi del Taranto. Biancolino è pronto. “Ieri ho visto una squadra attenta e coriacea, capace di creare gioco e di soffrire. Dobbiamo ripartire da queste caratteristiche per migliorare le prestazioni esterne già dalla prossima uscita”. E continua: “E’ un buon momento per me, la squadra gioca bene e devo ringraziare i compagni che mi offrono tante opportunità per fare bene il mestiere del bomber. Io vado avanti per la mia strada e spero di poter contribuire anche alle vittorie fuori dal San Vito per invertire il trend di risultati che ci vede un po’ in affanno quando affrontiamo le trasferte”. E a chi chiede se il Cosenza ha bisogno di qualche ritocco in attacco, la punta campana risponde in maniera sibillina: “A parer mio la squadra sta facendo bene così, sono convinto però che dobbiamo fare sempre meglio e queste decisioni spettano al mister ed ai nostri operatori di mercato”. L’ultimo pensiero va allo score realizzativo del pitone, al momento nel terzetto che guida la classifica dei capocannonieri. “Non so quante reti farò, né faccio promesse. Posso solo dire che darò il meglio di me per fare bene il mio dovere sperando di poter raggiungere presto la doppia cifra”. E’ quello che si augurano anche i tifosi, a partire magari dal match contro il Taranto, una formazione alla quale il Pitone non ha ancora inflitto il suo morso letale.  (Francesco Palermo)

Related posts