Cosenza Calcio

Taranto-Cosenza: i precedenti

In Puglia sarà la 22esima sfida. Tre le vittorie dei silani. Amara quella del 1989 in B. Diciassette anni fa l’ultimo successo allo “Iacovone”.

stadio_erasmo_iacovone

Lo stadio “Iacovone” di Taranto

Il Cosenza ha giocato a Taranto 21 incontri di campionato. Il bilancio è favorevole alla squadra ionica con 15 vittorie e 3 pareggi; tre le vittorie dei “lupi”. 38 le reti realizzate dal Taranto, 10 quelle del Cosenza. Il primo incontro nel campionato di Ia divisione 1931-32. Sul campo di “Corvisea” i “lupi” danno spettacolo di bel gioco. Il Cosenza rimaneggiato nei ranghi, con Perazzi spostato all’ala destra e Massimilla impiegato nel ruolo di mezzo destro, deve dividere la posta con i “delfini”. Dopo un primo tempo a reti bianche, al 63′ Perazzi infila Bolognini con un potentissimo rasoterra. Il pareggio del Taranto è opera di Scagliarini al 72′, che carica irregolarmente Forotti ed infila sotto misura. Trascorrono pochi minuti ed un magistrale colpo di testa di Olivini condanna i pugliesi alla sconfitta ma il Sig. Mazza di Torre del Greco, inspiegabilmente, indica un fuorigioco, certamente inesistente poiché lo spiovente è pervenuto su azione d’angolo. A fine gara, in nome dello sport, sassate a squadra ed accompagnatori hanno ricambiato le cordialità usate nell’incontro di andata. Dopo il primo risultato positivo, il Cosenza cede l’intera posta in palio consecutivamente per ben nove volte, dal campionato 1936-37 al 1964-65, di cui tre volte con risultati tennistici: 5-1 nel ’38-39, 4-0 nel 40-41 e 5-0 nel 1960-61. Nella stagione 1965-66 arriva il secondo pari, questa volta per 0-0. La prima vittoria nel 1966-67: il 27 novembre, alla decima giornata, la partita è inserita nella schedina Totocalcio. Un Cosenza meraviglioso espugna di prepotenza il campo della forte compagine pugliese. Formidabile impennata dei “lupi” della Sila che conquistano il primo successo esterno stagionale: le zanne tornano a graffiare grazie ad una rete del neo centravanti Caposciutti al 71′. Da segnalare che il pugliese Benetti sette minuti prima calcia fuori un rigore, dopo l’espulsione del cosentino Pozzobon. Disco rosso per i “lupi” nei successivi cinque incontri: 3-0, 3-1, 3-0, 2-0 e 1-0. La seconda vittoria arriva nel campionato di serie B 1988-89. Eroico Cosenza… lotta, vince, ma è tutto inutile. I silani, davanti a circa 3.500 tifosi al seguito con numerosi pullman, un treno speciale e centinaia di autovetture, domano il Taranto con una rete di Lucchetti al 48′, ma il meccanismo della classifica avulsa esclude i rossoblu dalla lotta per la serie A decretando lo spareggio tra Cremonese e Reggina, che avevano chiuso alla pari dei “lupi” a quota 44 punti. Si chiude con l’amaro un campionato da ricordare. Nella stagione successiva, ’90-91, quindicesima ed ultima sconfitta in puglia. Il Cosenza cede alla jella ed al Taranto. I fatali infortuni di Biagioni e Storgato spianano la strada agli jonici che ne approfittano prontamente con D’Ignazio al 32′ e Clementi all’81’. Nel finale, dopo il rigore realizzato da Marulla all’85’, i “lupi” sfiorano il pareggio con una poderosa conclusione di Vivarini. Il portiere tarantino Spagnulo, imbattuto dall’inizio del torneo, subisce la prima rete stagionale. Nel ’91-92 i “lupi” ottengono il terzo pareggio; il 23 febbraio, il Taranto mette alle corde il Cosenza per buona parte della gara, creando però, poche occasioni per segnare. Spettacolare il gol di Turrini al 65′ che spedisce alle spalle di Zunico su cross di D’Ignazio. Passato in vantaggio, il Taranto commette l’errore di arretrare lasciando l’iniziativa al Cosenza che, sebbene ridotto in dieci per l’espulsione di Signorelli, agguanta il pareggio con Gazzaneo a sette minuti dal termine. L’ultimo incontro coincide con l’ultima vittoria del Cosenza. Campionato di serie B 1992-93, 4 ottobre. Il Cosenza con la morte nel cuore, per la perdita di Massimiliano Catena deceduto giovedì 1 in un incidente stradale sulla A3, di ritorno da Roma, dove aveva visitato il padre in cattive condizioni di salute, con una superba prova, espugna lo “Jacovone” di Taranto con le reti di Napolitano al 65′ e di Balleri al 73′. Non c’è euforia ma solo commozione e sconforto. Bilancio positivo, invece, in Coppa Italia. La squadra silana ha disputato a Taranto quattro incontri, vincendone tre (2-1 nel 1936-37, 2-0 nel 1988-89 e 3-1 in questa stagione), perdendone uno nel 1940-41 per 4-2. (Ernesto Pescatore)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina