Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice Sportivo: Biancolino appiedato per quattro turni. Provvedimenti in vista?

Giudice Sportivo: Biancolino appiedato per quattro turni. Provvedimenti in vista?

Costa cara al calciatore del Cosenza la frase irraguardosa proferita al direttore di gara ieri sera. Il pitone lascia Toscano senza punta centrale per un mese e mezzo, lui rientrerebbe il 31 gennaio. Multa al club per i petardi dei tifosi.

biancolino_altro_rigore_piollato

Il rigore sbagliato da Biancolino

La società, non ci sono dubbi, prenderà provvedimenti. Una multa è nell’aria e probabilmente anche il ricorso per fa ridurre le giornate di squalifica inflitte a Biancolino. Il pitone non solo ha calciato alto il rigore del 2-0 che avrebbe chiuso la partita (e un errore ci può stare), ma si è anche fatto espellere ingenuamente per delle offese rivolte all’arbitro. Risultato? Quattro giornate di squalifica che lasceranno Toscano senza attaccante centrale contro Spal, Valle del Giovenco, Giulianova e Verona. Biancolino tornerà a disposizione il 31 gennaio. Troppo. Oltre a questo, il Giudice Sportivo ha inflitto alla società di viale Magna Grecia 3500 euro di multa per i numerosi petardi fatti esplodere dai tifosi rossoblù nel corso del match di Taranto. Ecco però tutte le determinazioni:  

SOCIETA’

AMMENDA

€ 3.500,00 COSENZA CALCIO 1914 SRL perchè propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel recinto di gioco numerosi petardi, senza conseguenze; gli stessi accendevano numerosi fumogeni, alcuni dei quali venivano lanciati sul terreno di gioco, sempre senza conseguenze.

€ 3.000,00 TARANTO SPORT S.R.L. per indebita presenza negli spogliatoi di persone non autorizzate che non venivano allontanate, nonostante le sollecitazioni di un addetto federale; perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel recinto di gioco tre petardi senza conseguenze; gli stessi accendevano quattro fumogeni che venivano lanciati nel recinto di gioco, sempre senza conseguenze.

€ 1.500,00 PESCINA VALLEGIOVENCO SRL per condotta gravemente antisportiva, avendo fatto mancare nella parte finale della gara l’attività dei raccattapalle, causando ritardo nella ripresa del gioco.

€ 1.500,00 REGGIANA 1919 S.P.A. perchè propri sostenitori in campo avverso, più volte durante la gara, intonavano cori offensivi verso le forze dell’ordine.

€ 350,00 TERNANA CALCIO S.P.A. perchè propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore cinque fumogeni.

 

CALCIATORI

SQUALIFICA PER QUATTRO GARE EFFETTIVE

BIANCOLINO RAFFAELE (COSENZA CALCIO 1914 SRL) perchè, a gioco fermo, correva verso l’arbitro e dopo averlo spinto con una manata sulla spalla, che lo faceva indietreggiare, rivolgeva allo stesso una frase offensiva.

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE

NOCERINO ALBERTO (CAVESE 1919 S.R.L.) per avere volontariamente colpito da tergo un avversario, senza alcuna possibilità di giocare il pallone.

SALGADO MARIO ANTONIO (FOGGIA S.P.A.) per comportamento offensivo verso l’arbitro.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

SPECCHIA GIANMARIO (PORTOGRUARO SUMMAGA S.R.L) per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco (r.A.A.).

PIEROTTI LUCA (ANDRIA BAT S.R.L.) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.

MATTIELIG DANIELE (PORTOGRUARO SUMMAGA S.R.L)

MEI MASSIMILIANO (REGGIANA 1919 S.P.A.)

DANUCCI CIRO (TERNANA CALCIO S.P.A.)

Related posts