Tutte 728×90
Tutte 728×90

Danti: “ Il mio futuro? Sto bene qui, la società saprà cosa fare”

Danti: “ Il mio futuro?  Sto bene qui, la società saprà cosa fare”

E sulle quattro giornate di squalifica inflitte a Biancolino: “Ero a due passi dall’arbitro. Raffaele ha leggermente strattonato il direttore di gara e non ha detto alcuna frase irriguardosa. Decisione assolutamente esagerata”.

danto_gol_col_portogruaro

Danti in gol contro il Portogruaro

E’ tornato quello di inizio stagione Domenico Danti (20). Quel furetto imprendibile che anche a Taranto, ha fatto ammattire i difensori avversari con le sue giocate. Purtroppo la sua prova maiuscola non ha impedito alla truppa rossoblù l’ennesima sconfitta esterna. Queste le parole dell’attaccante di Toscano: “Sono contento della mia prova e mi sento in gran forma. Le mie prestazioni però passano in secondo piano perché la squadra è caduta nuovamente nei soliti errori e sono amareggiato per un match che potevamo vincere”. Calo fisico o blocco mentale? Danti non ha dubbi: “La squadra sta bene, questo è evidente perché anche in Puglia abbiamo disputato un primo tempo da compagine che merita di stare nelle primissime posizioni. Nella ripresa abbiamo avuto forse un po’ di paura ma ieri ci siamo soffermati nello spogliatoio con il mister per analizzare le cause di questi buchi mentali che spesso ci capitano”. Chiuso l’amaro capitolo Taranto, si pensa al match con la Spal. Il giovane attaccante rossoblù fa il punto della situazione con un occhio alla classifica. “Siamo consapevoli di poter far bene e dobbiamo ripartire dal prossimo incontro per riprenderci un posto che ci spetta nella griglia play-off. Io sto bene, soffro un po’ per un affaticamento ad un polpaccio ma ho tanta voglia di far bene e con me tutta la squadra”. Mentalità giusta e voglia di riscatto per Danti che nelle prossime giornate, vista la squalifica di Biancolino, sentirà ancora di più sulle sue spalle il peso del reparto offensivo. Il furetto di San Giovanni in Fiore non ha paura ma è rammaricato per la batosta inflitta al suo compagno di reparto. “Ero a due passi dal direttore di gara ed ho assistito alla scena. Biancolino ha leggermente strattonato l’arbitro e non ha detto nulla di particolarmente offensivo. Tenere un professionista fermo per più di un mese e mezzo mi sembra una punizione assai severa”. L’ultima considerazione va al mercato di Gennaio. Quale è la posizione di Danti? “Sto bene a Cosenza e penso a fare bene con i colori rossoblù. La società a Gennaio farà le sue scelte ma al momento non sono a conoscenza di alcun interessamento di altre società nei miei confronti”. Difficile credere che questo giovanotto dal futuro assicurato non sia nelle mire di club blasonati e di cadetteria. Certa e la voglia che Danti ha, di dare il massimo per il Cosenza. Il campo sta dando ragione al talento silano con la speranza che anche contro la Spal possa regalare uno dei suoi guizzi vincenti. (Francesco Palermo)

 

Related posts