Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Spal: le pagelle di Alessandro Renzetti

Cosenza-Spal: le pagelle di Alessandro Renzetti

Fiore, Bernardi e Maggiolini: in forse alla vigilia e determinanti sul campo. D’antologia il gol dell’ex nazionale. Giudizi positivi per tutti i rossoblù ma la Spal è stata a tratti inguardabile.

fiore_contro_spal

Stefano Fiore (34) segna il 3-1 contro la Spal (foto tucci)

Non dovevano esserci. Ed invece quei tre (Fiore, Maggiolini e Bernardi) sono stati determinanti per una vittoria che riporta i silani in zona play-off. I tre giocatori sono stati i migliori in campo. Fiore, che in settimana non si era allenato, ha deliziato la platea. Maggiolini ha messo lo zampino in due dei tre gol segnati dai rossoblù. Infine Bernardi che ha segnato e corso per due. Una gara caratterizzata dalla pochezza degli avversari. La Spal, infatti, non è mai stata in partita. Il pareggio è stato solo un regalo di Di Bari che, maldestramente, ha servito un pallone a Cipriani che, solo davanti a Pinzan, lo ha beffato con un preciso pallonetto.
PINZAN: voto 6,5. Ha dei grossi problemi nelle uscite. Tra i pali, però, ha coraggio. La parata su Cipriani è strepitosa. Il feeling mai nato con l’ambiente ha inciso e non poco sulle sue prestazione in questo girone d’andata. A fine gara è stato l’unico a non festeggiare sotto la curva Sud. Il divorzio è vicino?
DI BARI: voto 6. Errore imperdonabile il suo. Il retropassaggio di testa per Pinzan mette Cipriani in condizioni di segnare un pari che, per gli emiliani, sembrava insperabile. Un errore che poteva incidere, soprattutto dopo la sconfitta di Taranto, psicologicamente sulla squadra. Per fortuna non è stato così. Nel complesso, in marcatura, Di bari si è fatto valere.
PORCHIA: voto 6. Si è fatto valere soprattutto in gioco aereo. Ma ancora non è quel giocatore che abbiamo ammirato negli anni precedenti. Nel girone di ritorno mi aspetto che sia più decisivo.
FANUCCI: voto 6,5. Gol e botte. Sblocca la gara e fa a sportellate con Bazzani prima e Cipriani poi. Le da e le prende. Partita massiccia.
BERNARDI: voto 7,5. Il migliore del Cosenza. Un ragazzo di prospettiva vista anche la giovane età (23 anni). Attacca, difende, segna. Cosa si vuole di più da un giocatore? Farà strada continuando così.
DE ROSE: voto 6,5. Primo tempo scialbo. Sale in cattedra nella ripresa ma, ancora una volta, si fa ammonire non per un fallo ma per protesta. Se corregge alcune pecche caratteriali è un giocatore fondamentale per il Cosenza.
ROSELLI: voto 6,5. Un “cagnaccio”. A Taranto la sua mancanza si è sentita. Ed oggi il “sette polmoni” lo ha dimostrato. Gara di grinta e intensità.
MAGGIOLINI: voto 7. Non sta bene e si vede. Eppure va che è una bellezza. E’ un giocatore devastante in fase offensiva. In fase difensiva deve ancora crescere. Mette lo zampino nei primi due gol del Cosenza.
FIORE: voto 7. Un gol da cineteca. Un gol che riconsegna un campione al calcio. Non gioca una gara di grande intensità ma, quando ha il pallone nei piedi, mostra di essere di categoria superiore. Gli altri corrono e a volte male. Lui, con pochi movimenti, copre il campo in maniera egregia.
DANTI: voto 6,5. Quando accelera è devastante. Gli manca un pizzico di cattiveria in fase realizzativa. C’è una certezza però: è un giovane dalle grandi prospettive. Un gioiellino da tutelare.
SCOTTO: voto 6. Non era al top ma bisogna battergli le mani per l’impegno che ha messo in campo. Esce dolorante ma dopo aver lottato su tutti i palloni.

ALL. TOSCANO: voto 6,5.
Recupera in extremis Fiore, Maggiolini e Bernardi. E i tre sono determinanti ai fini del risultato finale. Il 3-4-1-2 permette più penetrazione centrale e da alla difesa più copertura grazie ai due interditori a metà campo. Questo non significa che tutti i problemi sono risolti perché è in trasferta che il Cosenza deve fare punti per non perdere contatto con le prime. La speranza è che la pausa serva realmente a cambiare qualcosa.

Subentrati
:
VIRGA: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.
DE PASCALIS: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.
MORTELLITI: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.

Avversari
:
SPAL: Capecchi 5, Quintavalla 5,5, Licata 5,5 (39′ Bortel 6), Schiavon 5,5, Zamboni 5,5, Ghetti 6, Cazzamalli 6, Migliorini 5,5 (22′ st Valtulina 5), Bazzani 4,5, Centi 4,5, Cipriani 6 (35’st Rossi sv). A disp: Ioime, Lorenzi, Bedin, Marongiu.

Related posts