Tutte 728×90
Tutte 728×90

C5, è corsa a due per Rogliano e Citrarum

Un gol di Fabio Cipolla suggella la vittoria della Family Prest sul campo della Carpe Diem. Il Città di Cosenza non si presenta e perde a tavolino.

cipolla_fabio

Il pivot del Citrarum Fabio Cipolla

Ultima giornata di questo anno solare, il 2009 finisce in bellezza, tanto spettacolo nei vari campi di gioco, non mancano le sorprese, ed iniziano ad avvicinarsi gli obiettivi di ogni singola squadra. Alla luce dei risultati odierni la vittoria finale di questo spettacoalre campionato oramai è una partita a due e a contenderselo saranno, Prestifamily Citrarum e  Rogliano con un possibile inserimento della Carpe Diem. La zona  play off e  play out è incertissima visto i soli 3 punti che separano l’Atl. Catanzaro (ultima dei play off) ed il gruppetto formato da  Mirto C5, Melitese e Maestrelli (prima dei play out), per quando riguarda la retrocessione diretta e le ultime vicissitudini societarie la maggiore accreditata è il Città di Cosenza. La Dodicesima giornata ci racconta che la capolista di questo 2009 è il Citrarum, il big match odierno vedeva impegnati i ragazzi di mister Ragadali contro la Carpe Diem di mister Tuoto. I “yellow submarine” riescono ad imporsi per 3 a 1 in un incontro ad alto livello tattico e tecnico, anche se il primo tempo si conclude sullo 0-0, privo di gol ed emozioni. Nel secondo tempo, oltre allo spettacolo si vedono anche i gol, apre le marcature Ferraro al 10 del s.t., ma i ragazzi di mister Ragadali non hanno neanche il tempo di esultare che dopo 2 minuti, Laino ristabilisce la parità assolluta, il Citrarum non si abbatte ed al 15 s.t. De Rango su assist di un ottimo Ferraro riporta i suoi compagni in vantaggio, nel finale succede di tutto, la Carpa Diem cerca in tutti i modi il pari finale, ci prova Metallo ma la  traversa gli nega la gioia del gol e del possibile pari, allo scadere i ragazzi di mister Ragadali approfittano della stanchezza degli avversari e uno degli ex di turno Cipolla Fabio sigla l’ultimo gol della partita a porta vuota. A concludere la giornata negativa dei delfini, l’espulsione di Metallo per doppia ammonizione. ll Rogliano dal canto suo risponde presente ed al Pala Botteghelle sconfigge un avversario ostico ed in netta ripresa come la Fata Morgana, gli “all blacks” non ne risentono più di tanto della sconfitta interna della scorsa settimana, anzi dimostrano che la voglia di vincere questo campionato c’è ed è pure tanta. Partono forte gli ospiti e nel giro di 20 minuti si portano in vantaggio per 4 a 0 grazie alle doppiette di Cristiano G. e di Carnevale, i ragazzi di mister Carella se pur annichiliti dall’ottimo gioco del Rogliano alla fine del primo tempo riescono ad accorciare il risultato prima con Casile e poi chiude definitivamente il parziale Laurendi. Ma nel secondo tempo i ragazzi di mister Mendicino ingranano la quarta e grazie ad un travolgente Chiappetta porta i suoi sul 2 a 6, ma la Fata Morgana con orgoglio cerca di riprendere la partita, e grazie a Calafiore e Casile riesce a portarsi a 2 reti di distanza, ma nel finale prima il solito Chiappetta (tripletta per lui oggi) e poi Mendicino (allenatore/giocatore) chiudono definitivamente i conti sul 2 a 8. Atl. Catanzaro che non sa più vincere, oggi ospiti al Pala Corvo c’era il Siderno squadra, che ha giocato un buon calcio a 5 e che ha messo in seria difficoltà la squadra di mister Rotundo. L’Atletico è in crisi, non solo di punti, il gioco latita ed i gol arrivano con difficoltà, Vitale e compagni  partono alla grande, al 12′ p.t. Campo porta in vantaggio la squadra  e Cremona allo scadere del primo tempo chiude i conti sullo 0 a 2. Nel Secondo tempo però esce fuori l’orgoglio dei giallorossi, che hanno l’occasione per accorciare le distanze ma, Iozzino si fa parare un rigore dall’ottimo Pagano. Dopo qualche minuto però, vanno in rete con  Mardente. Le Aquile riescono a concludere la rimonta insperata a 5 minuti dalla fine del match, grazie a Brandonisio che trafigge l’incolpevole Pagano, punti utili solo per il Siderno che in chiave retrocessione allunga sull’ultima in classifica, la magra consolazione per mister Rotundo è quella di ritrovarsi al 5° posto da solo e di aver riacciuffato almeno la zona play off. La Maestrelli nello scontro diretto contro la Gallinese, spreca l’opportunità di acciuffare la zona play off perdendo malamente, partita senza storia quella disputata al campo di  “Vito”, i ragazzi di mister Cutrupi chiudono il match già nel primo tempo, portandosi avanti di tre gol, reti siglate da Pucci e doppietta di  Praticò e pratica archiviata. Nel secondo tempo la Gallinese controlla molto bene, solo  finale subisce il gol dell’1 a 3 siglato da D’Arrigo, ottimo exploit della Gallinese che adesso vede la zona play off distanziata di un solo punto. A Mirto altro scontro diretto, i ragazzi di mister Madeo dopo la brillante vittoria della scorsa settimana non riescono a ripetersi, anzi gli ionici restono in balia dell’avversario per tutto l’incontro senza saper reagire. Il Mirto parte bene ed all’ottavo del p.t. passano in vantaggio con Benenati, ma i ragazzi di mister Franco infliggono un 1-2 micidiale e chiudono il primo tempo in vantaggio. Nel secondo tempo buon inizio di Benenati & C. che riescono a pareggiare, ma la Melitese come una bufera si abbatte contro il Mirto ed in 10 minuti mette a referto 3 gol, il 2 a 3 di Barrilla R. è un’azione corale da manuale, ma il Mirto cerca di rientrare in partita, il solito Benenati (doppietta) accorcia di nuovo le distanze ma, per i biancoazzurri locali  purtroppo non serve a niente, poichè i ragazzi di mister Franco dopo 5 minuti chiudono i conti grazie ai gol di Barilla R. (doppietta) e Stuppino (doppietta). Il Kroton incappa nella sua seconda sconfitta consecutiva e per adesso saluta la zona play off, questa volta su un campo non difficilissimo come quello di San Giovanni in Fiore, anche se quest’oggi i ragazzi di Federico giocano bene e dimostrano che almeno in casa posso dire la loro. Partono bene i padroni di casa che si portano in vantaggio grazie alla rete di Alessio, ma a 5 minuti dal termine della prima frazione i ragazzi di De Santis acciuffano il pari grazie a Martino. Secondo tempo che inizia all’insegna del bel gioco dei pitagorici che in 16 minuti rifilano 2 gol ai padroni di casa e si portano in vantaggio. Ma l’Oratorio S.F. non ci stà e  con la giusta determinazione prima acciuffa il pareggio con  Cordua e poi  stende il Kroton grazie alle reti del solito Alessio e Romano B. Città di Cosenza e S. G. Rosarno non si è disputata poiché la squadra cosentina non si è presentata per la mancanza di giocatori. Quindi partita vinta a tavolino per il Rosarno e punto di penalità con ammenda per il Città di Cosenza.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it