Tutte 728×90
Tutte 728×90

Biancolino: “Non mi muovo da Cosenza”

Biancolino: “Non mi muovo da Cosenza”

Il pitone spiega: “Ho sbagliato, ma sono stato punito eccessivamente dall’arbitro. Voglio onorare il mio contratto e segnare ancora tanto con questa maglia”.

biancolino_eurogol

L’eurogol di Biancolino a Ravenna

Dopo la brutta batosta ricevuta dal giudice sportivo, Raffaele Biancolino (32) ritorna a parlare del Cosenza e dell’avventura rossoblù chiudendo le porte ad un suo possibile trasferimento. “Non so perché stiano circolando delle voci che ritengo del tutto false. Ho un contratto che mi lega al Cosenza fino al 2011, sto bene in questa città e mi trovo a mio agio con il gruppo. Eccezion fatta per l’espulsione e per i rigori che in carriera si possono sbagliare, credo di aver dato un ottimo contributo alla squadra quindi non vedo perché dovrei cambiare casacca”. Nonostante tutto però, Biancolino  con il cartellino rosso rimediato a Taranto farà da spettatore per altri tre incontri. Queste le sue parole a riguardo: “Non ritengo giusta la sanzione che mi è stata comminata. A Taranto ho preso l’arbitro dal braccio ma non ho detto alcuna parola irriguardosa nei suoi confronti. A fine gara gli ho anche chiesto scusa ma mi hanno rifilato una stangata dura da digerire. Tornerò e farò quello che mi riesce meglio, cioè segnare ma sono convinto che anche senza di me la squadra, come dimostrato contro la Spal, può fare ottime cose”. Sarà dura come si evince dalle parole dell’attaccante campano, stare fuori per un altro mese ma il calendario del Cosenza sulla carta è benevolo e la squadra ha le capacità per risalire fino al primo posto. Biancolino lancia la sfida al Verona. “Siamo consapevoli di aver fatto una buona prima parte di stagione. E’ un peccato aver perso punti pesanti contro formazioni sicuramente meno attrezzate della nostra ma bisogna guardare avanti e vincere sempre fino allo scontro con gli scaligeri. Sono certo che loro sentiranno il fiato sul collo e noi avremo una grossa opportunità per fargli capire di che pasta siamo fatti”. L’ultimo pensiero va al modulo che Biancolino troverà al suo rientro in campo. Fiore trequartista a sfornare assist per le due punte. L’attaccante apprezza la scelta di Toscano: “Ad Avellino con questo modulo ho fatto bene ed abbiamo vinto il campionato. E non avevamo un giocatore forte come Fiore. Potete immaginare da soli cosa significa per uomo d’area di rigore come me avere un calciatore come lui pronto a mandarmi in rete”. (Francesco Palermo)

Related posts