Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sondaggio: giusta la cessione di Pinzan. E Porchia non convince i tifosi

Sondaggio: giusta la cessione di Pinzan. E Porchia non convince i tifosi

Un plebiscito per il portiere. Per il 52,9% andava ceduto. Dietro di lui figurano Ungaro (15,9%) e il capitano rossoblù (14,6%). A Di Bari e Musca maggior fiducia. Nel nuovo sondaggio vi chiediamo di dare la palma del migliore dell’anno che è appena trascorso.

porchia_con_la_palla

Il capitano rossoblù Sandro Porchia

La fine dell’anno coincide con un dato alquanto eloquente. Per il 52,9% la cessione di Pinzan al Brindisi è stata un toccasana. Un plebiscito che fa capire a che punto fosse ormai arrivato il livello di sopportazione della tifoseria rossoblù. Tante le persone che hanno preso parte al sondaggio di cosenzachannel di questa settimana in cui veniva chiesto ai lettori di esprimersi in merito al deludente inizio di stagione della difesa rossoblù. Il vero neo del Cosenza di Toscano, infatti, è stato proprio il pacchetto arretrato. In lizza i giocatori più utilizzati compreso, ovviamente, il portiere. E Pinzan è stato il più votato. Dietro di lui si è posizionato Ungaro (15,9%) anche se in realtà è stato poco impiegato da Toscano nel girone d’andata. Ad un tiro di schioppo il capitano rossoblù Sandro Porchia con il 14,6% delle preferenze. Un dato che fa riflettere e che rende l’idea della stagione fin qui disputata dal giocatore ex Crotone e Rimini. Anche il diggì Mirabelli, in conferenza stampa pochi giorni fa, si era pronunciato sul capitano definendo la sua stagione “deludente”. “So che ha dato solo il 20% di quello che può darmi” ha tuonato Big Max. Ragion per cui i tifosi si aspettano da Porchia un girone di ritorno sui livelli che lo hanno reso un giocatore di categoria superiore. Dietro a quest’ultimo si posiziona Fanucci (9,2%). Infine Musca (3,8%) e Di Bari (3,6%) che sono i due giocatori a cui i tifosi darebbero, almeno per ora, più fiducia. Nel nuovo sondaggio vi chiediamo di dare la palma del migliore 2009. Abbiamo scelto il capitano della passata stagione, Aniello Parisi, l’uomo simbolo della nuova stagione, Stefano Fiore, i due giovani promettenti e presenti in tutta l’annata, De Rose e Danti, oltre al condottiero e tecnico più vincente della storia rossoblù, Mimmo Toscano. (Carlo Bilami)

Related posts