Tutte 728×90
Tutte 728×90

La diciannovesima giornata di LP1-B

La diciannovesima giornata di LP1-B

Due i derby in programma ed entrambi riguardnao l’Emilia Romagna. La capolista Verona ospita l’ostico Lanciano, mentre il Taranto cerca il riscatto con la Ternana. 

packer_ravennaOggi pomerigigo i riflettori saranno puntati su Reggiana-Rimini e Taranto-Ternana. Due match che interessano molto da vicino la zona alta della classifica e daranno iea di come il Taranto si sia rinforzato. Interessante anche la partita che si gioca al Mazza, tra una Spal in crisi e un Ravenna in ascesa. Sul fondo si segnala la sfida che vede opposte Andria e Potenza. La capolista Verona aspetta al Bentegodi il Lanciano che rispetto ai nastri di partenza, non ha mantenuto le attese della vigilia. Il Portogruaro contro il Real Marcianise dovrebbe avere vita facile, mentre Giulianova-Foggia è uno sparegigo salvezza. Il posticipo di lunedì sera, in diretta tv su Rai Sport Più, sarà Pescara-Cavese.  Ecco tutti i match di giornata:

Andria-Potenza Al Degli Olivi la squadra di Papagni cerca quella vittoria che le consentirebbe di scavalcare in classifica la formazione lucana guidata dal vulcanico Ezio Capuano (al quale i suoi tifosi hanno fatto omaggio, durante la pausa natalizia, di una spada da samurai). L’Andria ha vinto in casa quattro volte (più tre pareggi e due sconfitte). Il Potenza ha collezionato solo un successo in trasferta (sei sconfitte sui nove gare giocate) e sta smantellando la rosa nel calciomercato di gennaio. Il pronostico pende dalla parte dei locali.
Giulianova-Foggia La giovane formazione di Bitetto deve raddrizzare una classifica che comincia a scricchiolare. Anche la squadra pugliese viaggia in cattive acque (un punto sotto i giuliesi). Al Fadini il Giulianova vince poco (due volte) e pareggia molto (sei nulla di fatto su nove gare giocate), ma ha perso soltanto con il Cosenza. Il Foggia spera di tornare a casa con un punto.
Verona-Lanciano Gli scaligeri di Remondina sono chiamati a difendere il primato al Bentegodi, dove se la vedranno con un avversario da prendere con le molle. La Virtus Lanciano dell’ex Morante, guidata in panchina dall’ex viola Dino Pagliari, è imbattuta in  trasferta (due vittorie e sei pareggi). Tuttavia i frenatni hanno chiuso davvero male il 2009, incassando una sonora cinquina interna per mano della Reggiana. I gialloblù, viceversa, hanno festeggiato l’anno vecchio nel migliore dei modi, vincendo a Foggia. Ma devono fare i conti con la perdurante assenza di Selva in attacco e con il tormentone Di Gennaro (arriva o non  arriva dal Gallipoli?).

Pescara-Cavese Nel posticipo in programma all’Adriatico e trasmesso in diretta tv su Rai Sport Più, la squadra di Cuccureddu prova a iniziare bene il 2010. In casa gli abruzzesi sono imbattuti e hanno pareggiato solo tre volte su nove. I blufoncè di Stringara in trasferta non hanno ancora vinto, ma hanno strappato cinque pareggi e sono squadra piuttosto ostica.
Portogruaro-Real Marcianise I veneti di Calori non sono una meteora e restano saldamente agganciati alla zona playoff. Al Mecchia si fanno sempre rispettare, anche se dovranno vedersela stavolta con una squadra abile in trasferta (tre vittorie e un pareggio lontano dal Progreditur).
Reggiana-Rimini I granata di Domissini hanno chiuso l’anno vecchio con il botto, sbancando il Biondi di Lanciano e seppellendo i frentani sotto cinque reti. Sul fronte opposto mister Melotti è chiamato a dare un’identità alla squadra romagnola anche in trasferta (due vittorie e sei sconfitte in otto gare, senza mai un pari).

Spal-Ravenna Al Mazza la formazione estense cerca i rialzare la testa dopo aver chiuso l’anno in una posizione di classifica molto delicata. L’avversario è di quelli tosti, anche perché mister Esposito punta senza mezzi termini a restare saldamente ancorato all’area promozione. La Spal ha vinto in casa solo una partita, quella con il Portogruaro. Un po’ poco per sperare di risalire la corrente. I giallorossi in trasferta sono pericolosi (tre vittorie esterne).
Taranto-Ternana La squadra di Brucato affronta la prima gara interna del 2010 nel pieno di una calciomercato che vede il presidente D’Addario impegnato a stravolgere l’organico jonico. Una situazione talora non facile da gestire, a livello di spogliatoio. I rossoverdi hanno cambiato allenatore (Domenicali al posto del dimissionario Baldassarri) e in trasferta hanno già vinto quattro volte.

 

Related posts