Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, paura per Danti e Scotto si ferma per precauzione

Cosenza, paura per Danti e Scotto si ferma per precauzione

Il furetto di San Giovanni in Fiore sottoposto ad una Tac a causa di un forte dolore alla testa dovuto allo scontro di domenica scorsa con Cesar. L’attaccante sardo ha lasciato anzitempo l’allenamento per un affaticamento.

il_genio_danti

Il talentuoso Domenico Danti (21)

Seduta mattutina, quest’oggi, per i ragazzi di Mimmo Toscano sul manto erboso del Sanvitino. Il tecnico silano ha fatto svolgere ai suoi uomini una seduta tecnico tattica soffermandosi principalmente sulla fase difensiva. Mister Toscano ha fatto eseguire delle esercitazioni dividendo la squadra in gruppi da dieci provando, senza tregua, il reparto arretrato in fase di non possesso palla. Il gruppo, prima di finire l’allenamento, ha disputato una partitella a tutto campo. Non hanno partecipato alla seduta odierna Ungaro e Piro. Ungaro ha lavorato a parte sul campo eseguendo degli esercizi basati sulla corsa. Piro, invece, ha ricevuto un permesso dalla società e dovrebbe rientrare nella giornata di domani. Danti, che ieri ha compiuto 21 anni, ha partecipato soltanto inizialmente all’allenamento visto che successivamente ha abbandonato il campo, precauzionalmente, per sottoporsi ad una Tac a causa di forti dolori di emicrania dovuti alla botta presa nella gara contro la Valle del Giovenco. L’esito, per fortuna, ha dato esito negativo e il furetto di San Giovanni in Fiore già domani si riaggregherà regolarmente al gruppo. Da segnalare, anche, l’uscita anzitempo durante la partitella finale di Scotto a causa di un affaticamento. Lo staff tecnico ha preferito far fermare l’attaccante facendogli svolgere qualche giro di campo insieme al professor Roberto Bruni. Mister Toscano nella sgambatura finale ha provato una sorta di formazione anti-Giulianova schierando Petrocco tra i pali; Fanucci, Porchia e Di Bari sulla linea difensiva; Bernardi, De Rose, Roselli e Maggiolini in mezzo al campo; Fiore a fungere da trequartista dietro le due punte Caccavallo e Scotto. (Antonello Greco)

Related posts