Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pagni, consigli per Mirabelli: “Massimo, prendi subito Salgado e Mounard”

Pagni, consigli per Mirabelli: “Massimo, prendi subito Salgado e Mounard”

L’ex ds del Taranto fa le pulci in casa Cosenza ed aggiunge: “Danti? Corvino una volta mi disse di vendere sempre quando c’è l’opportunità di farlo”.

pagni31

Danilo Pagni nelle vesti di ds del Taranto

Danilo Pagni è uno dei ds più importanti del sud Italia per quanto riguarda la Prima Divisione. Ha iniziato la stagione a Taranto, ma frizioni insanabili col presidente D’Addario lo hanno fatto desistere dal continuare. Pochi giorni fa stava per rientrare nel giro a Gallipoli, ma il patron D’Odorico ha bloccato la trattativa con il petroliere Barba. “D’Odorico non vuole rinunciare a qualcosa per andare via – dice Pagni sulle colonne di Calabra Ora – La nota positiva è che sono riuscito a collimare le idee di Barba e di Luca Pagliuso. Ci accomunano intuizioni e la materia del calcio. Ci somigliamo molto da questo punto di vista. Lui ha avuto la fortuna di avere un padre presidente e io un padre allenatore. Luca è tra i primissimi tifosi al mondo dei Lupi. Parliamo sempre del Cosenza…”. Già, il Cosenza. In piena fase di calciomercato anche in riva al Crati impazzano le grandi manovre. “Mirabelli ha costruito una rosa da serie B e fanno bene a pensare in grande perché ci sono le condizioni per poterlo fare” continua l’attuale consulente della Vigor Lamezia che gira l’Italia da nord a sud a caccia di talenti. Complimenti al dg, ma non solo. “De Rose e Roselli sono due giocatori che ammiro. Riescono a tenere in mano la squadra”. Pagni di campionati vinti se ne intende (è arrivato primo col Vittoria, con la Juve Stabia, con il Gallipoli, con il Sorrento e anche a Taranto dove ha centrato una salvezza miracolosa) e suggerisce due calciatori al suo amico Mirabelli: “Salgado e Mounard sono giocatori da prendere. Avendo loro in rosa giochi sarebbero chiusi per tutti. Il cileno del Foggia è un lusso per la categoria, il francede del Gallipoli, tra l’altro a scadenza, ha giocate straordinarie. E poi con Fiore in mezzo al campo gli avversari andrebbero veramente in difficoltà, perché c’è un’ottima base che sta dando risultati positivi. Se poi Stefano riuscisse ad essere ancora più incisivo fuori casa, beh…”. Ultima battuta dedicata a Danti: “Un giorno il mio maestro, Pantaleo Corvino mi disse: Danilo, ricorda, quando puoi vendere devi farlo immediatamente. Resta il fatto che però parliamo di un giovane interessante e che ha ampi margini di crescita».   (co. ch.)

Related posts