Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Giulianova: le pagelle di Alessandro Renzetti

Cosenza-Giulianova: le pagelle di Alessandro Renzetti

Insufficienze generalizzate, ma la difesa cola a picco. Si salvano soltano Petrocco e De Pascalis. Anche Fiore, nonostante il penalty, stavolta non raggiunge il 6.

petrocco_para

Petrocco respinge un tiro di Del Grosso

Non ci siamo proprio. Se il Cosenza vuole cullare sogni di promozione, gare del genere non potranno più ripetersi. Una formazione che ha smesso di giocare troppo presto e che ha regalato agli avversari (dal canto loro hanno meritato la vittoria) tre punti pesantissimi. Inguardabile e disastroso il reparto arretrato dove nessuno si è salvato dalle folate degli attaccanti del Giulianova. Bene invece Petrocco che dinanzi alle bordate degli uomini di Bitetto ha retto finché ha potuto. Fiore non ha giocato la sua migliore partita, mentre in avanti mancava peso specifico. Toscano sbaglia a non portare Mortelliti (o Ceccarelli) con sè e tarda nella sostituizione (discutibile). Male a centrocampo dove nè la diga De Rose-Roselli riesce a fare filtro, nè tantomeno sulle fasce dove Bernardi sembrava l’ombra di se stesso e Maggiolini non torna mai indieto a dare una mano ai colleghi difensori. Ecco i voti giocatore per giocatore:

 

PETROCCO: VOTO 6 Il nuovo portiere del Cosenza nonostante incassi quattro reti non ha responsabilità dirette. Anzi, salva la baracca in almeno tre occasioni. Di più non gli si poteva chiedere.

FANUCCI: VOTO 4 Il peggiore in senso assoluto. Saltato regolarmente da Melchiorri e Campagnacci regala autostrade ai suoi avversari.

PORCHIA: VOTO 5 Anche lui spesso va a farfalle, ma il voto si alza per il gran gol che dà il la alle danze.

DI BARI: VOTO 4 La sua ingenuità è colossale, dovrebbe sapere come non farsi scappare l’avversario. Da quel momento in poi è un’altra partita.

BERNARDI: VOTO 5 Dopo i due errori di Avezzano anche oggi Alessandro non fornisce una prova gagliarda. Tira la carretta da agosto, forse rifiatare gli farebbe bene.

DE ROSE: VOTO 5 Prova addirittura ad impostare il gioco, ma non ha la qualità necessaria per farlo in situazioni del genere. Non fa filtro davanti alla difesa e viene travolto.

ROSELLI: VOTO 5 Stesso discorso fatto per De Rose.

MAGGIOLINI: VOTO 5 Avvolto dal grigiore collettivo della squadra non dà una mano alla difesa, ma non è una novità. Suo il cross per De Pascalis.

FIORE: VOTO 5 La peggiore partita del fuoriclasse da quando veste di nuovo il rossoblù. Si distingue solo per una lentezza di fondo, ma alcune sue aperture sono da applausi.

DANTI: VOTO 5 Saranno rimasti delusi gli osservatori giunti a Cosenza solo per lui. Non può prescindere da una punta centrale.

SCOTTO: VOTO 4 Non è al meglio e si vede, ma in campo non combina nulla, nè dà profondita.

 

subentrati:

MUSCA: VOTO 5 Entra quando la gara è già compromessa, ma non ferma mai l’avversario

DE PASCALIS: VOTO 6 Il ragazzo entra e fa il suo dovere trovando anche il gol.

CACCAVALLO SV
 

TOSCANO: VOTO 5 Non riesce ad apportare le giuste correzioni quando i suoi sono in inferiorità numerica e tarda a sostituire Scotto con Musca. Il cambio, poi, andrebbe spiegato ai più. In ultimo perché non portare una punta in panchina?

 

CHI E’ ALESSANDRO RENZETTI
Alessandro Renzetti nasce a Grosseto il 21 febbraio del 1955. Centrocampista di indubbie qualità tecniche (specialista dei calci di punizione) esordisce con la maglia del Cosenza il 28-9-1980 in Cosenza-Giulianova 2-2. Con la maglia rossoblù colleziona 110 presenze (99 in campionato e 11 in Coppa Italia) con 12 reti (10 in campionato e 2 in Coppa Italia). Opinionista di Radio Libera Bisignano.


RENZETTI Alessandro

Grosseto – 21.02.1955
Centrocampista – m. 1.77; kg. 76
Prov. dal Messina; poi dal Potenza
Esordio: 28.09.80 Cosenza-Giulianova 2-2

Campionato Serie Presenze  Reti
1980-81     C1        19         1 (1)
1981-82     C2        28         4
1982-83     C1        23         4 (1)
1983-84     C1        29         1
Totale          –         99        10 (2)

Coppa Italia Serie Presenze  Reti
1980-81      C          1         –
1981-82      C          4       1 (1)
1983-84    A-B-C     6       1 (1)
Totale             –  11        2 (2)

Related posts