Tutte 728×90
Tutte 728×90

Bergamini, l’ex fidanzata rompe il silenzio: “Basta con le calunnie”

Bergamini, l’ex fidanzata rompe il silenzio: “Basta con le calunnie”

Il legale di Isabella Internò scrive una lettera a Calabria Ora: “Il marito non era presente al funerale di Denis. L’uomo che era dietro di lei era semplicemente un suo parente”

domizio_e_donata

Domizio e Donata Bergamini continuano a lottare per avere giustizia

Dopo vent’anni dalla morte di Denis Bergamini torna a dire la sua anche Isabella Internò. L’ex fidanzata di Donato, tramite l’avvocato Massimo Fiorita del foro di Paola, ha finalmente rotto il suo silenzio inviando una lettera a Calabria Ora in cui si cerca di fare chiarezza. “La signora Internò – scrive il legale nella lettera – non ha nulla di nuovo da dichiarare oltre quanto riferito davanti ai magistrati che l’hanno interrogata. Le sue dichiarazioni sono state ritenute attendibili“. L’avvocato Florita scrive anche che la famiglia Internò “si è sempre distinta per la sua civiltà e traquillità non avendo mai coltivato rapporti con ambienti violenti e non ha mai minacciato Donato Bergamini o i suoi prossimi congiunti“. Il punto centrale della missiva è però un altro. L’avvocato Florita mette in forte discussione chi sostiene che che il marito dell’ex fidanzata di Denis fosse presente ai funerali. “Il marito della signora Internò, totalmente estraneo alla vicenda, non era presente ai funerali di Bergamini, nè ha mai assistito alle udienze del processo, trovandosi all’epoca lontano dalla Calabria per motivi professionali“. La presenza dell’uomo era accostata anche ad una foto che ritraeva un uomo con gli occhiali scuri dietro la Internò proprio durante la funzione religiosa.”In realtà quello era un parente della famiglia Internò. Isabella all’epoca aveva solo una conoscenza superficiale con l’uomo che sarebbe poi diventato suo marito“.  La lettera dell’avvocato Florita conclude poi con : “E’ una grave ingiustizia quella che in questi giorni è perpetrata ai danni della Internò e di suo marito che non contribuirà in alcun modo a rendere onore alla memoria“. (Co.Ch.)

 

Related posts