Tutte 728×90
Tutte 728×90

Danti: “Via a gennaio? Non lo so, sarà la società a decidere il mio futuro”

Danti: “Via a gennaio? Non lo so, sarà la società a decidere il mio futuro”

Sul milione di euro: “Non so neanche quanto siano, ma sono felice perché i miei sacrifici iniziano ad essere ripagati. Verona è una gara come tante, possiamo vincere”.

danti_tira_al_volo

Su Danti gli occhi di mezza serie A

“Mister milione” è carico in vista del match con il Verona ed è pronto a spiccare il volo verso le categorie che contano. E’ questo quello che si evince dalle parole di Domenico Danti (21), gioiellino della squadra e del mercato rossoblù che è sempre più al centro delle mire dei club che contano. L’attaccante parla poco ma va diritto al nocciolo della questione: “Sono queste le gare che possono dare la svolta al campionato. Ci attende una sfida difficile contro una squadra ben attrezzata ma noi non siamo da meno e ci siamo preparati al meglio. So che questo Cosenza può far bene e noi ci giocheremo la partita con un solo obiettivo che è vincere per fare un gran salto in avanti in classifica”. E’ reduce da una prestazione che lui stesso definisce sotto tono, Danti, che ha trascorso la settimana con la nazionale Under 21 di Lega Pro. Questo il suo racconto: “E’ sempre bello essere chiamati in una selezione così prestigiosa. E’ stata una esperienza fantastica perché ti da la possibilità di misurarti con altri giovani e ti fa conoscere tanti ragazzi che come me vivono un sogno”. Un sogno che diventa sempre più realtà per il giovane di San Giovanni in Fiore, ormai soprannominato “Mister Milione” dopo la valutazione fatta dal direttore Mirabelli. Danti non si monta la testa e resta con i piedi ben piantati per terra. “Io ho tre anni di contratto con il Cosenza e penso a fare bene con la mia squadra. La valutazione non la faccio io, perché il mio compito è di completare una maturazione che prosegue bene e che mi porta a gioire per le fortune rossoblù. E’ chiaro, però, che queste cifre e l’interessamento di squadre più blasonate fa piacere, perché mi ripaga di tutti i sacrifici fatti in questi anni”. Come è vero anche che Mimmo Toscano, il vero e proprio padre calcistico del calciatore, continua a dargli consigli sul presente e sul futuro: “Il mister in questa settimana mi ha detto di non leggere i giornali. Ci aspetta una sfida decisiva e devo essere concentrato solo sul prossimo impegno. Ed io eseguo perché il mister è la persona che mi ha dato di più in questa esperienza con il Cosenza. Se vado via a gennaio? Non lo so, decide la società”. (f.p.)

Related posts