Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Puntiamo al primo posto. Deve condannarci la matematica”

Toscano: “Puntiamo al primo posto. Deve condannarci la matematica”

Il tecnico è rammaricato: “Ho visto solo tre errori, tutti in occasione del secondo gol subito”. E sui cori razzisti: “Peggio di quelli per Balotelli. Questa storia deve finire”. Intanto è stato risolto il contratto con Piro che oggi ha firmato con la Pro Vasto.

toscano_a_verona

Le indicazioni di Toscano a Verona

Non ha smaltito l’amarezza Mimmo Toscano (38), reduce con il suo Cosenza dalla immeritata sconfitta del Bentegodi. Il tecnico ritorna sul match di domenica parlando dell’atteggiamento dei suoi: “Era una gara importante e nel primo tempo abbiamo fatto bene. A vantaggio acquisito, però, dovevamo esser bravi a gestire il risultato e la sfera, in modo da farli girare a vuoto. Non ci siamo riusciti ed abbiamo subito una rete a causa di un errore di lettura nella loro azione”. Poi aggiunge: “Non ho visto tutti questi grandi nomi nel Verona. Io Di Gennaro non lo ricordo se non per il gol, come non ho visto tutti questi grandi campioni. Si poteva vincere ma è andata male ed ora voglio pensare alla sfida con l’Andria, un match delicato da preparare meticolosamente”. La classifica ora non sorride più ai silani, sempre più lontani dalla vetta ma in piena corsa play off. Toscano continua a guardare al prossimo incontro senza fare calcoli e spiega: “Ho appena detto ai ragazzi che dobbiamo giocare sempre per vincere e, fino a quando la matematica non ci condannerà, il gruppo dovrà pensare solo ad arrivare in testa a questo campionato. Non mi interessa altro, se non provare a vincere e giocare bene, poi, secondo o quinto posto, per me ha poca importanza”. E per tentare l’assalto al primato, il Cosenza ha assolutamente bisogno di rimettere a posto il pacchetto arretrato, apparso in netto miglioramento ma non del tutto equilibrato. La dirigenza ha regalato al tecnico il nuovo acquisto Scognamiglio e Toscano ha già avuto modo di conoscerlo: “Il nostro nuovo difensore è arrivato adesso e in attesa di fare tutte le valutazioni è già importante vedere la sua grinta e la voglia che ha di dimostrare tutto il suo valore a Cosenza”. Capitolo infortuni. I rossoblu sono nuovamente costretti a dover fare i conti con l’infermeria e, nella trasferta in terra veneta, hanno perso Petrocco e Danti. Toscano non si fascia la testa: “Danti sarà costretto a fare un’ecografia mentre il nostro portiere sta lavorando per venire fuori bene da questo infortunio. La situazione, però, è meno complicata di quanto credevo e spero vivamente di poterli avere già nei prossimi giorni in gruppo”. Oltre ai due calciatori infortunati, il Cosenza, dovrà fare a meno anche di De Rose, appiedato dal giudice sportivo. La Lega ha punito il calciatore ma non ha sanzionato i cori razzisti che la tifoseria scaligera ha continuamente rivolto ai giocatori e ai supporter rossoblu. Toscano non entra nel merito della decisione della Lega ma lancia un allarme: “Abbiamo sentito parole assolutamente più dure di quelle rivolte a Balotelli e Sissoko. Purtroppo negli stadi si sentono troppo spesso cose di questo genere e credo che queste frasi offensive debbano finire e il fenomeno debba essere arginato al più presto”. Come dargli torto?
PIRO VA VIA. Nel frattempo la società, con un giorno di ritardo rispetto alla Pro Vasto che già ieri dava per fatta l’operazione, annuncia la cessione di Daniele Piro. La firma del calciatore, ad onor del vero, è arrivata solo oggi. Questo il comunicato: “La società Cosenza calcio 1914 comunica di aver risolto il contratto con il calciatore Daniele Piro, classe ’89. Il centrocampista è tornato al Chievo Verona, società che ne deteneva la partecipazione e che a sua volta lo ha ceduto alla Pro Vasto in Seconda Divisione. Questa dirigenza augura al giovane Piro le migliori fortune per la prosecuzione del campionato in corso e per l’intera sua carriera“.  (Francesco Palermo)

Related posts