Calcio a 5

Rogliano al tappeto, Carpe Diem e Citrarum ne approfittano

La Family Prest grazie ad una tripletta di Fabio Cipolla si porta ad una distanza dalla vetta, mentre il sodalizio rendere a -4. Il Cosenza ne prende altri cinque. 

cipolla_fabio

Fabio Cipolla, per lui una tripletta

Arriva a Gallina la terza sconfitta stagionale del Rogliano, che in formazione rimaneggiata, deve arrendersi nel finale ai terribili giovanotti di mister Cutrupi. Lo scivolone dei cosentini riporta in vita il massimo campionato regionale, in virtù anche delle contemporanee vittorie di tutte le inseguitrici. Il Citrarum a fatica ottiene i tre punti contro il Siderno, mentre la Fata Morgana compie l’impresa di uscire con i tre punti da Rosarno. La gara più difficile era senza dubbio quella dell’Atletico, attesa da una Melitese che non perdeva da sei turni. Tre punti fondamentali per i catanzaresi, che guardano ora al proseguo di questo torneo con uno spirito diverso. In zona play out il Mirto vince lo scontro diretto contro la Maestrelli, mentre arriva l’ennesima scontata sconfitta per il Città di Cosenza sempre più ultimo. Cade la capolista Rogliano in quel di Gallina per 5-4. Molte le attenuanti però per gli All Blacks che, costretti a presentarsi a questa partita così difficile, senza i due portiere, schierando tra i pali il laterale Città, perdendo di conseguenza, anche l’apporto del giocatore. Nonostante questo handicap, gli ospiti iniziano come al solito con grande intensità, riuscendo a portarsi sul doppio vantaggio grazie a Carnevale e Chiappetta. I padroni di casa dopo qualche minuto di confusione, riescono a riprendersi e vanno a rete con Catanese. Neanche il tempo di esultare che i neri cosentini vanno ancora a segno con Carnevale. Sul finire della prima frazione, i padroni di casa riescono ad accorciare le distanze con il loro bomber Praticò P. Nel secondo tempo la partita sale d’intensità, con i locali protesi alla ricerca del pari e gli ospiti invece a difendere il vantaggio e a tentare di superare invano un Tamiro in giornata di grazia. E tra una botta e risposta arriva la rete del 2-4 realizzata ancora da Carnevale, che batte un incolpevole Tamiro. La reazione della Gallinese è veemente e determinata, infatti prima accorcia le distanze con Cutellè e dopo pochi minuti pareggia con Praticò Bruno. Il finale è a lieto fine per i reggini che grazie a Martino A., trovano la rete della vittoria. Da segnalare le espulsioni di Puccio, per proteste e quella di Carnevale per doppia ammonizione ed in vista dello scontro diretto di sabato prossimo contro il Citrarum, questa assenza peserà. Il Citrarum riesce a piegare un ostico Siderno a due minuti dal temine, grazie ad un tiro libero di Anderson Ribeiro. La squadra di casa ha comunque disputato un buon match, condizionato da una pioggia insistente, creando notevoli occasioni da rete prontamente sventate dal sempre presente Pagano. Nei primi dieci minuti i tirrenici riescono ad andare a segno due volte con Fabio Cipolla, dando l’impressione di poter gestire al meglio la gara. Gli ospiti però, nonostante il predominio del Citrarum, riescono ad accorciare le distanze, sfruttando un autogol di De Rango. Negli ultimi minuti della prima frazione, il Citrarum crea un paio di occasioni da rete, sfruttate in maniera non troppo positiva. Nella ripresa il copione non cambia, con i gialloneri a fare la partita e gli ospiti pronti a colpire con le ripartenze. Il Citrarum però ha un Fabio Cipolla in più, che verso la metà del tempo sigla la rete del momentaneo 3-1, per la sua personale tripletta. Gli uomini di Crescimbini provano il tutto per tutto e con Campo e Mancuso riescono incredibilmente a pareggiare il conto. A due minuti dalla fine, come anticipato, i locali usufruiscono di un tiro libero che il brasiliano Anderson Ribeiro non fallisce. Ultimi brividi per il pubblico locale, quando in pieno recupero il Siderno colpisce un palo clamoroso. La Carpe Diem espugna l’ostico campo di San Giovanni in Fiore e guadagna tre punti vitali sulla capolista Rogliano. La gara è stata molto dura e combattuta a tratti forse troppo. I padroni di casa hanno cercato in tutti i modi di conquistare questi tre punti lottando alla pari contro una Carpe Diem molto attenta e ben messa in campo. Il primo tempo ha offerto alcuni spunti interessanti, soprattutto da parte locale, che hanno trovato però sulla loro strada un ottimo Scrivano. La risposta degli ospiti non si è fatta però attendere, sempre presenti in zona offensiva. In ogni caso la frazione si conclude con un nulla di fatto. Nella ripresa i silani provano a scardinare la difesa vversaria, lasciando però troppi spazi, prontamente sfruttati dagli uomini di Tuoto che infilano il portiere dell’Oratorio per due volte con Laino e Andrea Bisignano. Terzo posto solitario per la squadra di Tuoto, quasi certo invece un posto nei  play out per la squadra di Federico. La Fata Morgana esce vittoriosa dalla difficile trasferta di Rosarno. I reggini mettono al sicuro il risultato già nel primo tempo, quando grazie ad una maggiore qualità di gioco, riescono ad infilare Cannizzaro e compagni. Calafiore colpisce due volte nei primi minuti. Fazzari D. prova a far rientrare i suoi segnando la rete del 1-2. Gli uomini di Carella però non perdono la calma e con delle micidiali azioni manovrate segnano con Praticò G., Rodà e Oliva. Nella ripresa i locali provano a rientrare in partita realizzando con Fazzari D. e Cannizzaro D.. Ma la Fata Morgana è squadra molto pratica ed attenta e segna ancora con Oliva per il 3-6. Ancora Fazzari D. per il 4-6. Arriva immediata la risposta di Laurendi che segna la rete del 4-7. L’ultimo ad arrendersi dei pianegiani e  Fazzari D. che realizza la rete del definitivo 5-7. Si ferma a sei la serie di vittorie consecutive della Melitese, battuta da un ottimo Atletico Catanzaro, tornato ad essere competitivo. Che gli uomini di Franco potessero accusare un po di stanchezza si poteva aspettare, ma bisogna però dire che i giallorossi hanno disputato una splendida partita, concretizzando in maniera impeccabile le occasioni create. La Melitese, oggi forse un po’ sotto tono rispetto alle ultime uscite, parte bene passando in vantaggio al primo minuto con Pratticò. I locali continuano a spingere alla ricerca del raddoppio, ma sono infilati dalla rete di Celia che riporta il risultato in parità. La rete subita non scoraggia però gli ionici che, si riportano in avanti nel tentativo di ripassare in vantaggio e all fine ci  riescono con Cuzzocrea G., dopo che Sperlì  si era opposto bene ad alcuni tiri insidiosi. La gara sembra mettersi bene per la Melitese ma, l’Atletico risponde alla grande realizzando il pari con Tavano a metà tempo. Nel finale di prima frazione arriva il vantaggio ospite ad opera  di Iozzino. Nella ripresa Sperlì nega in più occasioni ai locali che si vedono costretti a subire la verve degli ospiti che allungano segnando ancora con Iozzino e con Brandonisio che insacca dopo una veloce azione tutta di prima. Nel finale Cuzzocrea G. sbaglia tre tiri liberi, una parato, uno finito sulla traversa e l’altro fuori, per poi segnare la rete del definitivo 3-5. Come preventivato alla vigilia, vince facile il Kroton contro la giovanissima città di Cosenza, che nulla ha potuto contro la maggiore qualità dei pitagorici. Nel primo tempo i cosentini tengono però bene il campo, creando qualche difficoltà ai più quotati avversari, costretti a chiudere la prima frazione solo con due reti di differenza, realizzate da Martino e Piperissa. Nella ripresa gli ospiti provano a rientrare nel match, ma i pitagorici spingono sull’accelerato realizzando la rete del 3-0 ancora con Piperissa. A metà seconda frazione i padroni di casa chiudono il conto realizzando altre due reti con Scaccianoce e De Cicco per il definitivo 5-0. Il Mirto vince lo scontro diretto contro la Maestrelli e si avvicina alla prima posizione utile per evitare i play out. La gara è stata molto maschia ed equilibrata, anche se i padroni di casa sono partiti fortissimo andando in rete per due volte con Pace e Benenati. I reggini accusano l’uno-due micidiale dei biancazzurri che continuano a forzare nel tentativo di chiudere definitivamente il match ma, un ottimo Melara nega più volte questa possibilità. Col passare dei minuti la Maestrelli prende coraggio e riesce a costruire ottime manovre che portano alla rete del 2-1 grazie ad una autorete di Pace. In pieno recupero la maestrelli trova il gol del 2-2 con Shulko. Nella ripresa partono meglio gli ospiti che, dopo essersi trovati sotto di due reti, ribaltano la situazione grazie ancora a Shulko che segna la rete del 2-3. Oltre alla pioggia, cala anche il gelo sul campo del Castello, perché con questo risultato i dragons scavalcherebbero i mirtesi. Impennata d’orgoglio dei locali che con Benenati, prima trovano il pari e a cinque minuti dalla fine lo stesso Benenati realizza la rete della vittoria.

 

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina