Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Questi errori arbitrali mi preoccupano”

Toscano: “Questi errori arbitrali mi preoccupano”

Il tecnico reggino nell’analizzare la gara sottolinea: “Il campo pesante non ci ha agevolato”. E sull’espulsione di Scognamiglio con conseguente rigore afferma: “Un’altra decisione che ci penalizza”.

toscano_guarda_il_match

Il tecnico silano Mimmo Toscano (38)

Non è contento. Sperava di poter commentare una vittoria Mimmo Toscano (38). Invece il suo Cosenza si è dovuto accontentare di un pareggio al San Vito. Anzi, per come si era incanalata la partita c’è stato finanche il rischio di perderla. Ed è lo stesso Toscano, a fine gara, ad ammettere. “Fino al gol loro non abbiamo mai subito l’Andria. Dopo il pari la partita è cambiata soprattutto quando è stato assegnato quel rigore che per me non c’era. Purtroppo non era facile essere brillanti su un campo pesante. Alla luce dei novanta minuti credo sia stato positivo il risultato. Certo, se avessimo vinto oggi sarebbe stato importante. Ma vedendo come si è messa la gara c’è stato il rischio anche di perderla”. Gli ultimi risultati sembrano aver ridimensionato i sogni di gloria. Il primo posto sembra sempre di più una chimera. Ma Toscano non ci sta e ammette. “Questa squadra ha grossa personalità e deve giocare domenica dopo domenica per cercare di dare il massimo. Il nostro obiettivo è la serie B e per ora nulla è compromesso”. Contro l’Andria è arrivata l’ennesimo errore arbitrale della stagione ai danni della squadra silana. Così Toscano. “Mi preoccupano questi errori arbitrali. Oggi si è trattato dell’ennesimo abbaglio. Un contrasto tra due giocatori ha portato l’arbitro ad espellere Scognamiglio e dare il rigore. Dopo il danno la beffa. Per fortuna Paolucci ha sbagliato dagli undici metri”. Ancora una volta la prova del reparto arretrato ha lasciato. Domani chiude il mercato e sono attese novità. Toscano, però, non si scompone e sottolinea. “La società ha gli occhi bene aperti e sa come muoversi. Se ho chiesto giocatori? Ribadisco, la società sa come muoversi”. Ritornando sul match contro l’Andria il tecnico reggino analizza alcuni aspetti. “Biancolino? Sapevamo che avrebbe pagato il campo pesante dopo quattro turni di assenza. Il ritmo partita non si acquista solo con l’allenamento giornaliero ma giocando domenica dopo domenica. Le sostituzioni degli esterni? Il campo pesante e le caratteristiche degli avversari hanno costretto Bernardi a Maggiolini a fare avanti e dietro. Nella ripresa ho dato spazio ad altri giocatori per cercare di dare più freschezza. L’assenza di Danti? E’ pesata ma non credo che abbia influito sul risultato finale. Certo ci mancava un giocatore esplosivo come lui”. Poi sulle esclusione di Di Bari e Porchia precisa. “La prima per scelta tecnica (domani verrà ceduto, ndr). Per quanto rigurda Porchia ha ancora qualche linea di febbre”. Chiusura sul campionato. All’appello mancano dodici gare ed ora è vietato sbagliare. “Il girone di ritorno è più difficile di quello dell’andata. Le squadre si conoscono e questo complica tutto. Dovremo dare il massimo e cercare di riprenderci al più presto”. (Carlo Bilami)

Related posts