Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tubisider travolta dal Palermo

Tubisider travolta dal Palermo

Per il team di coach Manna è la quarta di fila. A Campagnano prova di forza del Palermo, ma il risultato (5-11) è bugiardo. Il tecnico: “Siamo in crescita”.

tubisider_campagnano

Una fase del match (fototucci)

Ancora uno stop per la Tubisider. Nella vasca della piscina olimpionica scoperta di Cosenza, il “sette” allenato da Francesco Manna cede alla capolista Waterpolo Palermo per 11-5. Da sottolineare, subito,  che il risultato è bugiardo e punisce i padroni di casa oltremisura. La squadra cosentina ha retto benissimo, restando sempre in partita fino a metà del quarto ed ultimo parziale quando ha letteralmente mollato. Un merito c’è stato per Spadafora e compagni, tenere testa alla capolista, ribattendo colpo su colpo. Certo gli errori non sono mancati, l’incapacità di sfruttare la superiorità numerica, divenuta una costante, la troppa precipitazione in fase conclusiva, la troppa liberta concessa agli avversari di concludere a rete. L’assenza poi dello squalificato centroboa titolare in questo tipo di partite cosi come in quella persa a Bari sabato scorso si è fatta sentire. A tutto ciò va ad aggiungersi l’arbitraggio del signor Barletta, che con alcune decisioni ha penalizzato i padroni di casa, che hanno comunque dimostrato di essere in crescita.
Fiducioso ed ottimista per il futuro il tecnico della Tubisider, Francesco Manna. “Abbiamo disputato per tre tempi e mezzo una buona gara, tenendo testa ai nostri avversari e di questo sono contento. Il risultato ci penalizza ma siamo in crescita. Sono sicuro che ci tireremo fuori da questa situazione di difficoltà”. Il tabellino:

Tubisider Cosenza – Waterpolo Palermo 5 – 11 
( 1 – 2 ) ( 2 – 4 ) ( 2 – 2 ) ( 0 – 3 )
Tubisider Cosenza: Mazzuca, Cannataro, Colella Antonio, Buonocore, Cerzosimo (1), Colosimo, Ranalli (2), Spadafora (2), Guaglianone, Fasanella, Perri, Marozzo, Olivito. Allenatore, Francesco Manna.
Waterpolo Palermo: Covello, Martelluci, Bisconti, Salerno (2), Scafidi, Pedone (1), Marcadante, Scialanga (1), Leone (4), Ravera (3), Sutera. Allenatore, Fabiano Luigi.
Arbitro: Barletta di Napoli 

Related posts