Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano insiste sul 4-4-2. Contro il Lanciano si cambia

Toscano insiste sul 4-4-2. Contro il Lanciano si cambia

Il tecnico è orientato a cambiare per domenica prossima. Riprovato anche nell’allenamento un modulo diverso da quello attuato in questa stagione. Assenti Danti (infortunato) e Chianello (influenzato). De Pascalis ha lavorato a parte.

allenamento_popilbiancoDoppia seduta di allenamento, quest’oggi, per la truppa di Mimmo Toscano. La squadra si è ritrovata in mattinata al Sanvitino ed ha effettuato un lavoro di forza esplosiva in palestra, sotto le indicazioni del professor Roberto Bruni. Lo staff tecnico, subito dopo, ha diviso il gruppo in due parti che, a turno, sono scesi sul manto erboso. Prima hanno lavorato i difensori, tra questi non figurava Maggiolini che, successivamente, ha eseguito l’allenamento con i centrocampisti e gli attaccanti. Alla seduta mattutina non hanno partecipato Danti, De Pascalis e Chianello. I primi due sono andati ad Amantea dal dott. Pino Suriano per svolgere una seduta di terapia. Chianello, invece, è rimasto fermo a causa di un attacco influenzale. Nel pomeriggio, invece, i rossoblù dopo un intenso riscaldamento sul campo, hanno eseguito una seduta tecnico-tattica e, per finire una partitella a campo ridotto. Mister Toscano nella sgambatura ha riproposto il 4-4-2 provando diverse soluzioni. Il tecnico silano, inizialmente ha schierato la difesa con Bernardi, Fanucci, Porchia e Di Bari; centrocampo con Virga, De Rose, Fiore e Maggiolini; in avanti Scotto e Biancolino. Durante la partitella sono subentrati Ungaro, Musca, Roselli e La Canna al posto di Porchia, Di Bari, De Rose e Maggiolini. Ha lavorato a parte De Pascalis eseguendo esercizi di corsa sul campo. Danti ha svolto lavoro specifico in piscina. Chianello, invece,  è rimasto sempre fermo per la febbre. I ragazzi di Toscano si ritroveranno domani pomeriggio presso la struttura sportiva dell’Azzurra per disputare il consueto test in famiglia in vista della delicata sfida di domenica prossima contro il Lanciano. (Antonello Greco)

Related posts