Tutte 728×90
Tutte 728×90

Biancolino sponsorizza il 4-4-2 e avverte: “Non vedo l’ora di tornare al gol”

Biancolino sponsorizza il 4-4-2 e avverte: “Non vedo l’ora di tornare al gol”

Dopo la stop dovuto alla squalifica e la prestazione contro l’Andria il “pitone” è carico: “Ho avuto un calo psicologico dopo le quattro giornate di stop. Ora sto bene e voglio essere importante per il Cosenza. Il nuovo modulo? Per me sarà un vantaggio”.

biancogol

L’attaccante Raffaele Biancolino (32)

Grinta, ambizione e voglia di tornare al gol. Questo il riassunto del momento che sta vivendo Raffaele Biancolino (32) che oggi in conferenza stampa ha affrontato i microfoni parlando della squadra e degli ultimi mesi. Iniziando dal suo stato psicofisico e dal match pareggiato contro l’Andria. “Ho tanta voglia di risultare decisivo perché ho attraversato un brutto momento dopo la squalifica. Ero giù di morale ma ora le cose vanno meglio e ripartirò con grinta e forza. Con l’Andria ho ritrovato il campo ed è stato importante ma dispiace per la squadra che dopo un primo tempo ben giocato ha sofferto più del dovuto nella ripresa”. Poi sul prossimo impegno con il Lanciano sottolinea.  “I nostri prossimi avversari in casa soffrono un po’ ma sta a noi fare risultato. Dobbiamo vincere e andremo li per ottenere i tre punti perché la squadra deve puntare ai play off che rappresentano un obiettivo assolutamente alla nostra portata. Sono convinto che il Cosenza ha le carte in regola per accedere alle fasi finali e dopo, sicuramente, ce la giocheremo con chiunque”. A Lanciano Toscano proporrà il 4-4-2, modulo che piace sicuramente a Biancolino che avrà l’opportunità si finalizzare i cross che arriveranno dalle corsie laterali e gli assist di Scotto e Fiore. “E’ una soluzione che gradisco, perché in tante occasioni nella mia carriera sono stato il vertice più avanzato in questo schema. Mi piace giocare con gli esterni che scodellano cross in quantità e con un compagno di reparto che ruota intorno a me”. Sulle voci di mercato che lo volevano ad un passo dalla Salernitana l’attaccante precisa. “Il club campano mi voleva, confermo, però ho deciso di rimanere a Cosenza perché qui sto bene e perché nonostante i gol, i tifosi non hanno ancora visto il vero Biancolino. Sono convinto di poter dare tanto e voglio ringraziare anche la società che ha dimostrato di credere nelle mie potenzialità”. Ed ha ragione l’attaccante campano che in una stagione un po’ sfortunata ha messo a segno 7 reti in 14 partite, 2 in meno del capocannoniere Altinier che ha collezionato tante presenze in più. Da vero bomber di razza “il pitone” strizza l’occhio al primato nella graduatoria dei capocannonieri. “E’ chiaro che per un attaccante questo primato è prestigioso ma io penso a vincere con la squadra,  anche perché le mie reti devono essere finalizzate ai successi del club”. Ed in chiusura, sulla contestazioni della squadra, si allinea al pensiero dei compagni. “I tifosi, giustamente, vogliono vedere i risultati ma i primi ad essere un po’ delusi per le ultime prestazioni siamo noi. Ragion per cui il nostro impegno sarà ancora maggiore per invertire questo trend negativo”. (Francesco Palermo) 

Related posts