Tutte 728×90
Tutte 728×90

C5, spettacolo tra Rogliano e Citrarum

Finisce 4-4 il match clou della diciassettesima giornata che permette alla Carpe Diem e alla Fata Morgana di avvicinarsi alle prime due della classe. 

carmine_bisignano_carpe_diem

Bisignano Carmine della Carpe Diem

Nella diciassettisma giornata a tenere banco è il big match tra Rogliano e Citrarum, partita spettacolare di scena a Rogliano, anche se alla fine dell’incontro, sui tabellini compare il risultato più ovvio cioè il pareggio. Le emozioni però non sono mancate, tutte e due le squadre hanno combattuto fino alla fine per portare  a casa l’intera posta in palio. Partono bene i ragazzi di mister Mendicino, che si portano in vantaggio di due reti siglate da Città e Gallo. Gli all blacks danno la sensazione di avere una marcia in più, chiudendo tutti i varchi e girando bene la palla, ma un errore di mister Mendicino, permette al Citrarum di accorciare con Ferraro. I roglianesi però hanno una pronta reazione e continuando a macinare gioco riescono a portarsi sul 3 a 1 grazie a Gallo. Negli ultimi minuti del primo tempo, mister Ragadali inizia a far giocare il portiere Gervasi da 5° uomo  e nel finale riesce ad accorciare le distanze con Cipolla Fabio. Il secondo tempo inizia bene per il Rogliano, la gara viene giocata sempre a ritmi alti da entrambe e le occasione non mancano e da una buona manovra dei locali arriva il 4 a 2 di Città. Partita in mano degli all blacks, che controllano bene il match, ma mister Ragadali rigioca la carta 5° uomo, ma questa volta con Francesco Cipolla, la tattica porta i suoi frutti, gli yellow submarine chiudono il Rogliano nella propria metà di campo e grazie ad una doppietta di Bruno su doppio assist di Francesco Cipolla acciuffano un pareggio che oramai sembrava insperato il risultato finale è di 4 a 4. Niente di fatto e giochi aperti se ne vedranno delle belle. La Carpe Diem, oggi ha vinto contro una Melitese mai doma, anche se il primo tempo prevalentemente di marca cosentina compromette i piani di mister Franco. La prima frazione di gioco si chiude sul 2 a 0 per gli uomini di Tuoto, grazie alla doppietta di Metallo. el secondo tempo esce fuori la forza di volontà e il cuore della Melitese, che cerca di riacciuffare almeno un pareggio. I ragazzi di mister Franco riescono ad accorciare le distanze con Stuppino. I minuti finali sono palpitanti la grinta non basta ai reggini, poichè la Carpe Diem respinge bene gli ultimi assalti degli ospiti. Il risultato finale è di 2 a 1 e la rincorsa al titolo continua. Anche la Fata Morgana si avvicina alla testa della classifica, ospite al PalaBotteghelle c’è la Gallinese, emozioni e gol in questo derby, a passare in vantaggio è la Fata Morgana, grazie al gol del rientrante Rappocciolo, ma la Gallinese non ci sta e pareggia grazie al gol di Iracà. Partita scintillante, azioni spettacolari da una parte e dall’altra, a passare in vantaggio sono gli ospiti grazie a Cilione su tiro libero che fissa di fatto il risultato del primo tempo. Nella ripresa la Gallinese è ancora più convinta, giocando un ottimo calcio a 5, mettendo in seria difficoltà i ragazzi di mister Carella, che però trovano il pareggio grazie a Oliva. La reazione degli uomini di mister Cutrupi non tarda ad arrivare, e prima con  Praticò P. e subito dopo con Cutellè aumentano a due le reti di vantaggio. I minuti scorrono e la Gallinese controlla bene la partita, ma i 5 minuti finali sono fatali. La Fata Morgana trova il morale e la forza di reagire e con l’apporto del portiere di movimento, prima Oliva accorcia le distanze e dopo Rappocciolo porta il risultato in parità. Il dramma per la Gallinese deve ancora arrivare, infatti dopo essersi fatta raggiungere, si fa sorpassare e piegare dagli ospiti, che con una rete di Calafiore e una di Praticò G. fissa il punteggio sul 6 a 4. Il Kroton espugna Siderno e scavalca l’Atletico Catanzaro. Il Siderno inizia bene il match andando vicino al gol in 2 occasioni con Vitale e Commisso, entrambe sventate dal bravo Trichilo. Ma al primo affondo il Kroton trova la rete del vantaggio con Scaccianoce, bravo ad approfittare di un errore difensivo. Il Siderno accusa il colpo e và in confusione, subendo altri 2 gol in 2 minuti, con belle azioni di ripartenza di Tricoli e Cimino. I ragazzi di mister Crescimbini cercano di reagire senza crear particolari problemi agli uomini di De Santis, che chiudono il primo tempo sul 4 a 0 grazie al gol di Cimino. Nella ripresa il copione non cambia, il Kroton controlla ed al 15° minuto arriva il quinto gol di capitan Martino. A nulla serve la timida reazione del Siderno che giunge troppo tardi, con i gol di Mancuso e Campo su tiro libero. A chiudere i conti definitivamente ci pensa Scaccianoce su tiro libero. L’Atletico Catanzaro scivola in casa, in altre tempi dopo una sconfitta del genere si poteva gridare: Clamoroso al PalaCorvo , ma quest’anno i giallorossi hanno avuto troppi alti e bassi lasciando punti con squdre molto più deboli tecnicamente, per gridare la frase sopra citata. Quindi anche il S.G. Rosarno trova gloria a Catanzaro, e dire che i padroni di casa partono alla grande, replicando le ultime ottime prestazioni, si portono in vantaggio di due reti siglate da Brandonisio e Celia. Il Rosarno reagisce a fatica e trova sul finale di tempo il 2 a 1 con Fazzari D. Nel secondo tempo l’Atletico Catanzaro molla la presa ed inizia il Nino Cannizzaro  show, che sale in cattedra siglando una splendida tripletta che porta la propria squadra in vantaggio di due gol. I giallorossi risentono del colpo ricevuto e reagiscono a fatica. Il gol che accorcia le distanze è di Mardente, ma alla fine serve solo per le statistiche, poiché il risultato finale è di 3 a 4. Il Mirto si inserisce nella bagarre per la lotta dei play off, espugnando Cosenza. Partita senza storia, il risultato è l’emblema di tutto il match, per la cronaca il primo tempo finisce 3 a 0 con gol di Benenati doppietta e Romano. Nel secondo tempo i ragazzi di mister Madeo arrotondano il risultato finale a 8 a 0, con gol di Pace, un’altra doppietta di Benenati (poker per lui oggi) e doppietta di Gentile. Buon esordio anche dell’under De Tommaso tra i pali del Mirto. La Maestrelli vince facile contro l’Oratorio S.F. sempre più giù, oramai i play out sono  inevitabili per i silani. I reggini tengono il pallino del gioco per tutta la durata del match, passono in vantaggio con Shulko e dopo 5 minuti raddoppiano con Marando F.. L’ O.S. Francesco non reagisce e mister D’Arrigo triplica il vantaggio. Solo allo scadere del primo tempo timida reazione dei ragazzi di mister Federico che accorciano con Cordua. Il Secondo tempo senza storia, i dragons  arrotondano il risultato finale a 5 a 1 a segno ancora con D’Arrigo ed l’ultimo gol di giornata lo segna Fortugno mentre l’Oratorio fallisce un tiro libero con Cordua. Maestrelli che tiene ancora vive le speranze per evitare la lotteria dei play out.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it