Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pagliari: “Il Lanciano ha giocato ed il Cosenza ha vinto”

Pagliari: “Il Lanciano ha giocato ed il Cosenza ha vinto”

Il tecnico abruzzese è amareggiato: “Assurdo quello che ho visto oggi. La squadra di Toscano ha tirato due volte in porta. Noi abbiamo fatto la partita. Altro che pareggio, meritavamo la vittoria. Se questa partita la raccontiamo la gente non ci crede”.

pagliari_tecnico_del_lanciano2

Il tecnico abruzzese Dino Pagliari (53)

Cosenza cinico, spietato. Il Lanciano, ancora una volta, stecca in casa. Tifosi di casa delusi e squadra contestata. Al termine della gara del “Biondi”, il tecnico di casa Dino Pagliari (53), commenta. “Si fa fatica a raccontare queste partite. Non vogliamo giustificarci o cercare chissà quali alibi. Il Cosenza ha fatto due tiri in porta ed ha vinto. Complimenti a loro. La gente, però, che ha visto questa gara deve fare i complimenti al Lanciano che ha messo sotto Fiore compagni”. Ma l’analisi di Pagliari continua. “Mettiamo tanto impegno ma non riusciamo ad avere un grammo di buona sorte. E’ difficile dare una giustificazione all’ennesima gara stregata. Mi dispiace perché i ragazzi danno il massimo. E’ un gruppo a cui tengo molto. Soprattutto da un punto di vista umano”. Ambiente preoccupato e giornalisti che pungono il tecnico di Macerata. “Non sono preoccupato. Cosa salviamo? La prestazione. Abbiamo fatto la partita e meritavamo non il pareggio ma la vittoria. Ripeto, una gara strana. Il Cosenza ha sbagliato un rigore all’inizio e poi ha segnato con Biancolino. Per il resto ditemi cosa ha fatto il Cosenza”. Poi sul rigore negato al Lanciano il tecnico non si espone. “Non parlo dell’arbitraggio. Perché alla fine ho parlato con l’arbitro? Per scambiare qualche opinione”. Chiusura dedicata all’attaccante del Cosenza, Raffaele Biancolino. Per Pagliari avere un giocatore così è fondamentale. “Faccio i complimenti a Biancolino. E’ forte, ha fatto un gol da grande attaccante. Un pallone toccato ed un gol pesante. Questi sono attaccanti che fanno la differenza in questa categoria”. (Roberto Gallinari)

Related posts