Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, sembra di essere a scuola. Ecco le pagelle di metà anno

Cosenza, sembra di essere a scuola. Ecco le pagelle di metà anno

Dopo 23 giornate Fiore ha ottenuto la media più alta, mentre Fanucci quella più bassa. Per voi un resoconto approfondito di ogni voto attribuito da Alessandro Renzetti, l’opinionista più apprezzato del momento.

fiore_in_azione_foto_tucci

Stefano Fiore, il migliore dei rossoblù

Dopo 23 giornate di campionato in casa Cosenza qualche somma si può già tirare. La società sfoltendo l’organico ha fatto già una prima selezione, ma in alcuni casi le esigenze sono state di bilancio e non certo economiche. Mandare via gente che percepiva ingaggi importanti ha alleggerito il monte stipendi, dando così respiro alle casse sociali. Ma in questa analisi tratteremo soltanto di calcio giocato. Cosenzachannel è andato a ritroso, prendendo in esame partita per partita tutte le pagelle del nostro Alessandro Renzetti, ex centrocampista del Cosenza degli anni ’80. Ne è uscito fuori un quadro interessante nel quale conferme e sorprese si mischiano. I dati parlano chiaro, il migliore sinora è stato Stefano Fiore (14 presenze) che con una media del 6,42 ha scalzato tutti i suoi compagni di squadra. A seguire c’è il talento cresciuto in casa. Domenico Danti (20 presenze) si è imposto all’attenzione dei media nazionali grazie ad una serie di partite di ottima fattura. La media del furetto rossoblù è di 6,38: niente male per un ventunenne alla prima esperienza in C1. Gradino più basso del podio per uno dei fedelissimi di Mimmo Toscano. Alessandro Bernardi (21 presenze) si attesta sul 6,28 ma sul dato pesano le ultime prestazioni sottotono del laterale. Tra i centrali difensivi, invece, l’unico che raggiunge la sufficienza è Di Bari (14 presenze) che con 6,02 supera appena la soglia dei voti negativi. Porchia, che di partite però ne ha giocato 20, si ferma a 5,9. Tra tutti i calciatori presenti in rosa, chi ha fatto peggio è Fanucci (14 presenze) che partendo da un impietoso 5,64 dovrà dimostrare adesso di essere fatto di un’altra pasta. Ai fini statistici abbiamo considerato rilevanti soltanto le medie di chi ha disputato più di un terzo delle gare di campionato (da otto sfide in su), ecco perché il dato abbraccia solo marginalmente Petrocco e Scognamiglio, ma anche delle seconde scelte come Giardina o La Canna. Tra i calciatori ceduti, infine, Pinzan aveva raccolto un 5,8, Mortelliti un 6,25, mentre Ceccarelli e Caccavallo rispettivamente 5,96 e 5,93. Di seguito riepiloghiamo tutto in una tabella. Da notare che laddove compare una casella bianca, l’atleta in questione non ha preso parte al match oppure ha ricevuto una valutazione priva di voto (sv o ng). (cosenzachannel.it)

Clicca per ingrandire

tabella_media_voti

Related posts